Home Ambiente & Salute Taranto – Raccolta differenziata, oggi installate 4 nuove postazioni nel Borgo

Taranto – Raccolta differenziata, oggi installate 4 nuove postazioni nel Borgo

isole ecologiche informati

Sale il numero di mini-isole ecologiche installate nel Borgo (su un centinaio previste), dedicate alla raccolta differenziata dei rifiuti organici (cassonetto marrone), del multimateriale (giallo), del vetro (verde) e dell’indifferenziato (grigio).

Questa mattina gli operatori Kyma Ambiente, supportati dal ragno meccanico, hanno proceduto all’installazione di ulteriori 4 postazioni in via Principe Amedeo ang. via Nitti; via Duca degli Abruzzi ang. via Oberdan; via Duca degli Abruzzi ang. via Mazzini; via Duca degli Abruzzi ang. Corso Umberto. La mappa interattiva aggiornata è consultabile sul nostro sito www.araccolta.it.

Dal 23 gennaio ad oggi sono state installate 21 mini-isole ecologiche (via Pitagora angolo via Mignogna; via Pitagora angolo corso Due Mari; via principe Amedeo angolo via Acclavio; in via Cavour; via Pupino angolo via Mazzini; via Principe Amedeo angolo via Berardi; via Pupino angolo Corso Umberto; via Pupino – di fronte al civico 21; via Pupino angolo Principe Amedeo; via Oberdan angolo via Nitti; via Nitti angolo via Mazzini; via Nitti angolo Corso Umberto; via Cavallotti angolo via Dante; via Duca di Genova angolo via Principe Amedeo; via Cavallotti – civico 30; via Cavallotti angolo via Mazzini; via Nitti angolo via Anfiteatro).

Gli utenti del Borgo che non avessero ancora ritirato la propria tessera devono recarsi presso l’isola ecologica di Kyma Ambiente in via Crispi (lunedì, martedì, giovedì e sabato dalle 7:30 alle 13; mercoledì e venerdì dalle 12.30 alle 18).

«Procediamo a tutta velocità – ha commentato il presidente Giampiero Mancarelli – perché dobbiamo terminare le installazioni nel Borgo e poi concentrarci sull’estensione della raccolta differenziata nei quartieri dove non è ancora attiva. L’ordinanza del sindaco Rinaldo Melucci ha indicato aprile come mese cruciale».

Articolo precedenteI Love Puglia. Le Torri costiere viaggio alla scoperta delle sentinelle del mare
Articolo successivoUn cadavere in redazione, affresco noir della Milano anni Sessanta

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui