Pulsano (Taranto) – Strade dissestate le proteste del consigliere Di Lena

Cronaca

Pulsano – Il consigliere Angelo Di Lena chiede un intervento urgente sulle strade comunali dissestate e il ripristino delle buche stradali.

La situazione delle strade comunali di Pulsano, con le piogge della stagione invernale, appare non propriamente ottimale. Tutto ciò ha indotto il consigliere comunale Angelo Di Lena, a presentare una interrogazione chiedendo urgenti misure in proposito.
Ecco le sue considerazioni sulla questione:
“ il cattivo stato delle strade comunali di Pulsano, a causa delle piogge, è una realtà da affrontare al più presto.
Buche e dissesti del manto stradale nelle vie cittadine e in litoranea mettono in seria discussione la sicurezza stradale e l’incolumità delle persone. E’ assodato che molti incidenti ad automobilisti e pedoni sono causati dal cattivo stato dell’asfalto.
Non bisogna assolutamente trascurare poi il contenzioso per danni derivate da buche, con le relative spese legali che ha raggiunto in tutti i comuni italiani centinaia di migliaia di euro all’anno.
Per tali motivi considerato che lo stato in cui versano le strade del paese è tale da richiedere un immediato intervento viste le copiose piogge di questi mesi , in virtù di buche, deterioramenti, dissesti, ho deciso di presentare questa interrogazione consiliare chiedendo un monitoraggio di tutte le strade cittadine con conseguente riparazione , per conoscere se ci sono interventi programmati e quali sono le tempistiche previste .


Ritengo che occorre intervenire subito perché le buche stanno diventando sempre più grandi e  pericolose a seguito delle piogge e del traffico veicolare. Questa situazione rischia di creare un danno economico all’ente, oltre che ai cittadini perché è presumibile che le richieste di risarcimento danni al comune, per i motivi suddetti aumenteranno, e con essi i soldi per contenziosi.


Ma v’è di più.. occorre, infatti, considerare anche i danni arrecati alle abitazioni per gli schizzi sui muri delle case o per le infiltrazioni di acqua nelle fondamenta delle case vicine a strade pubbliche.
Occorre che il comune” conclude Di Lena “intervenga subito per evitare ulteriori disagi e creare le condizioni di maggiore vivibilità per i cittadini”.