Festa degli innamorati

Arte, Cultura & Società

Festa degli innamorati: teorie premesse di come nasce un amore.       

di Giovanni Mongelli

                                               

Tantissimi auguri a tutti gli innamorati giovani ed anziani, amici ed amiche, vi racconto un po’ l’amore come avviene.                             

Cos’è l’amore? Ci sono tanti modi per spiegare la parola amore, sia come affetto per i familiari che amore per la propria donna. Un affetto profondo, una vicinanza morale che avviene con sentimento, un legame di pensieri, parole, intento e collaborazione, essere complici con onestà, trasparenza, umiltà e spirito di sacrificio. Tutto questo avviene prima con una conoscenza conseguita poi, solitamente, da una grande amicizia. L’innamoramento è una pulsione che provoca una varietà di sentimenti e di comportamenti, caratterizzati dal forte coinvolgimento emotivo verso l’altra persona, a seconda dei casi, associata a un’intensa ed attrazione sessuale; è uno dei momenti più belli e magici, e resta una delle esperienze spesso più sconvolgenti della nostra vita. Ma ancora non si è in grado di capire perché questo sentimento nasce e permane (quando accade).

Certo è che ogni innamoramento è unico, ma ci sono dei sintomi che quasi accomunano tutti: quelli fisiologici, che, con il battito accelerato del cuore, come non riuscire a smettere di pensare alla persona amata? Ma cosa vuol dire innamorarsi? Non possiamo spiegarlo con precisione, ma è certo che più che riguardare l’altro, riguarda noi e la nostra voglia di metterci in gioco, rischiare ogni volta; innamorarsi significa sentirsi completamente presi dall’altra persona che ci coinvolge: ci preoccupiamo per lei, siamo eccitati al solo pensiero di stargli accanto, siamo coinvolti e attratti a tal punto che diventa il nostro unico pensiero che ci travolge in un vortice di emozioni. Entrano in gioco passione e anche gelosia, che possono rendere la nostra vita meravigliosa ma anche più complicata, se non addirittura infelice quando diventa un’ossessione. La persona di cui ci innamoriamo non la vediamo sempre per quella che realmente è, ma ne costruiamo una nostra immagine che va al di là dell’aspetto esteriore.

Inoltre in ogni relazione, c’è sia un ritorno ad esperienze amorose passate che una novità che ci spinge in avanti e che porta nuova energia vitale. La fase di innamoramento dura due o tre anni al massimo, poi arriva il momento per il nostro sentimento di maturare per trasformarsi in qualcosa d’importante, ma l’enfasi iniziale tende a svanire. Ci sono poi delle volte che ci entra nella testa qualcuno che a stento conosciamo ma che accende dentro di noi un fuoco, e si perché innamorarsi non vuol dire avere obbligatoriamente una relazione compresa da tutti; da adolescenti a volte ci si innamora addirittura del cantante o dell’attore di turno, come della loro foto che teniamo per noi come una reliquia e che ci fa stare bene solo a guardarla: l’innamoramento e anche questo perché è fuori da ogni logica.

I sintomi che appaiono quando siamo vicini alla persona amata, sono facilmente riconoscibili: battito cardiaco accelerato, respirazione alterata, sudorazione eccessiva, “farfalle nello stomaco” e testa vuota che può portare alle vertigini. Le ansie che viviamo ogni giorno passano in secondo piano, sentendoci meno stressati dalla quotidianità e diminuisce la voglia di mangiare.     

    

Ci sono anche i sintomi psicologici, nel momento in cui non si smette di pensare all’altra persona e c’è un desiderio costante di starle accanto. Siamo più predisposti a fare follie e cresce la nostra autostima: ci sentiamo invincibili!    

Anche le cose più semplici fatte con la persona amata diventano straordinarie, e forte è anche l’ansia, la voglia di intimità e di fare l’amore. Innamorarsi fa bene alla salute, la pelle è più luminosa e mantiene attivo il cervello, dona semplicemente energia. Dovremmo innamorarci di una donna semplice, dall’odore della matita, come se fosse una bimba che va a scuola e disegna avendo addosso l’odore della matita usata, una persona onesta, sincera, dai valori più importanti ormai scomparsi, con umiltà, comprensività con cui ci si sopporta, correggendosi a vicenda. In questo modo si completa una coppia, che rinasce ogni giorno, non solo il giorno della festa degli innamorati

 

Buon San Valentino a tutte le donne, anche alla mia donna, mia moglie, innamorati dal 1908, la mia stupefacente donna.

Vivo, cercando l’immortale passione

nei tuoi occhi,

dove respiro la luce del sole.

Sono disposto ad aver

le tue mani sulla mia anima

amandoti nella forma,

nella sostanza,

nella coscienza.

Sapendo che posso soffrire e morire

rubando promesse d’amore.

Ma adesso spegni le ragioni della mente,

e spogliami il cuore.

Domani cercherò soluzione.

 

La vita mi ha fatto scendere delle lacrime

ma non è riuscita a cancellarmi il sorriso.

La vita mi ha spezzato il cuore

ma non è riuscita a succhiarmi via l’anima.

La vita mi ha rubato molte speranze

ma non riesce a togliermi i miei sogni.

La vita, col passare degli anni, potrà

farmi apparire le rughe sul volto

ma non riuscirà a far invecchiare il mio cuore. 

 

La donna non ha bisogno di denaro, ma di parole e sentimenti, scelte sapienti, di fiori detti pensieri, di rose dette presenze, di sogni che abitano sugli alberi, canzoni che facciano danzare nella vita.