Liguria, Toscana, Abruzzo e Trento in zona arancione

Cronaca

Nuovi cambi di colore per diverse Regioni italiane. In base alla bozza del report settimanale di monitoraggio di ministero della Salute e Iss, l’Umbria, alle prese in questi giorni con la variante inglese, sfiora la zona rossa avendo una classificazione complessiva di rischio alta e un Rt a 1,2, ma resta in arancione.

In quattro passano in arancione

Passano invece ufficialmente in arancione, con l’ordinanza del ministro Speranza,  l’Abruzzo (Rt 1,22 e rischio moderato ad alto rischio di progressione), la Liguria (Rt 1,08, rischio moderato), la Toscana (Rt 1,1, rischio moderato ad alto rischio di progressione) e la Provincia di Trento (Rt 1,2, rischio moderato ad alto rischio di progressione). Quanto alla Provincia di Bolzano, con un Rt di 1,25 e un rischio alto sarebbe da fascia rossa, ma già autonomamente da una settimana ha predisposto il lockdown.  Tra le grandi Regioni, in peggioramento l’Rt della Lombardia che sfiora l’1 (da 0,94 a 0,97) ma con un livello di rischio basso. Stesso discorso per il Lazio, con Rt che sale a 0,96 (da 0,8) ma rischio basso, mentre il Veneto vede l’Rt salire da 0,63 a 0,71, sempre però con rischio basso. 

Prorogato lo stop agli spostamenti fra regioni

Intanto il divieto di spostamenti tra regioni è stato progato dal 15 al 25 febbraio. “Dal 16 al 25 febbraio 2021 sull’intero territorio nazionale è vietato ogni spostamento in entrata e in uscita tra i territori di diverse regioni o province autonome”, si legge nel decreto approvato dal Consiglio dei ministri, “salvi gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o da situazioni di necessità ovvero per motivi di salute. E’ comunque consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione”. 

Fonte: AGI