L’Ufficio Postale di Via Bari a Gravina in Puglia aprirà al pubblico da Lunedì 15 febbraio 2021

Cronaca

L’Ufficio Postale di Via Bari a Gravina in Puglia, chiuso da marzo 2020,  aprirà al pubblico da Lunedì 15 febbraio 2021.

A seguito, segnalazione presentata dall’ Associazione 3P ( Partecipare, produrre e progredire) presieduta da Franco Nacucchi, alla Direzione Centrale delle Poste Italiane di Roma e ad alcuni responsabili istituzionali e da questa testata giornalistica Corrierepl.it, è pervenuta , e mail,  dalla Direzione delle Poste Italiane , a Franco Nacucchi,  con la giustificazione delle chiusura , in linea con i provvedimenti d’urgenza adottati dal Governo al fine di contenere la diffusione dell’epidemia, ha adottato una serie di misure straordinarie tese a garantire la salute dei dipendenti e della clientela ( soprattutto delle persone anziane) .

Il Presidente Franco Nacucchi, dell’associazione 3P, ha fatto notare i vari disagi . che si verificano presso le altre 2 sedi delle Poste di Gravina in Puglia, continui assembramenti e in particolar modo per gli anziani , utenti interessati alla riscossione della pensione e dei vari servizi, in questo periodo particolare.

Preso atto,  delle varie segnalazioni, inoltrate dal Presidente Franco Nacucchi, la Direzione Centrale delle Poste Italiane di Roma, ha comunicato, allo stesso,  la riapertura di detto Ufficio di Via Bari a Gravina in Puglia da Lunedì 15 febbraio 2021.

Si auspica , che vengano evitati questi disagi, nei confronti dei cittadini gravinesi e in particolar modo degli anziani, molte volte, emarginati, trascurati e non sempre serviti a dovere da parte dei responsabili degli uffici pubblici e degli uffici privati ad uso pubblico, come per le Poste Italiane.

———- Messaggio originale ———-
Data: 11/02/2021 11:11
Oggetto: Ticket numero: 8005332854

Segnalazione n° 8005332854 del 12/01/2021

Gentile Cliente,

facciamo riferimento alla sua segnalazione, riguardante l’apertura dell’ufficio postale di Gravina di Puglia 2.

Desideriamo anzitutto informarla che Poste, in linea con i provvedimenti d’urgenza adottati dal Governo al fine di contenere la diffusione dell’epidemia, ha adottato una serie di misure straordinarie tese a garantire la salute dei dipendenti e della clientela (soprattutto delle persone anziane), nonché a garantire continuità nell’erogazione dei servizi, anche con riferimento all’operatività della rete uffici postali che, come noto, è costituita da oltre 12.000 uffici presenti su tutto il territorio nazionale.

Nell’ambito di tali misure rientrano anche quelle intraprese allo scopo di mettere in sicurezza tutti gli uffici (sanificazione ambienti, installazione plexiglass, linee di distanziamento, gel disinfettante in sala al pubblico, stalli per far rispettare le code e il distanziamento fra un cliente e l’altro, ecc.), evitando il più possibile assembramenti nella sala al pubblico.

Inoltre è in corso un graduale ripristino del gestore attese in tutti gli uffici e delle prenotazioni da app. ora possibili anche tramite WhatsApp.

In considerazione dell’emergenza sanitaria e per rispettare le misure anticontagio, è stato inoltre posto in essere un particolare piano per fronteggiare le giornate di pagamento pensioni presso gli Uffici con previsione del pagamento anticipato rispetto al primo giorno del mese, con turnazione alfabetica prevista da un puntuale calendario. Ciò anche al fine di preservare, per quanto possibile, la fascia di popolazione più debole, maggiormente esposta alle conseguenze del contagio, in quanto nei primi giorni del mese si registra un maggior afflusso negli Uffici Postali di clientela, proprio in relazione al pagamento delle pensioni.

Sempre in ambito finanziario sono state introdotte tutta una serie di procedure operative di emergenza per limitare gli accessi in UP e facilitare i Clienti, soprattutto gli anziani, quali ad esempio la convenzione con l’Arma dei Carabinieri per consentire il ritiro della pensione cash da parte dei carabinieri per i Clienti over 75.

Si precisa altresì che tutti gli interventi sono di carattere temporaneo, in quanto necessari a fronteggiare lo stato di emergenza in atto.

Ne è prova il fatto che l’Azienda è costantemente impegnata, per quanto possibile stante l’ancora l’alto livello dei contagi, nel progressivo ripristino della consueta operatività degli uffici postali interessati da modifiche quale conseguenza dell’emergenza in atto, inviando apposite comunicazioni dedicate ad ogni singolo Comune coinvolto, sui provvedimenti di razionalizzazione e sulle riaperture che man mano sono state poste in essere dall’Azienda, garantendo l’impegno di Poste Italiane ad assicurare l’erogazione dei propri servizi.

Teniamo a sottolineare che, come sempre, è previsto un monitoraggio quotidiano per verificare in ciascun territorio quali potranno essere le future azioni migliori da promuovere per salvaguardare la salute sia dei colleghi che della clientela dei nostri uffici postali.

Confidando nella sua comprensione, in questo particolare momento che vede tutti noi impegnati ad affrontare la grave emergenza sanitaria in cui versa il nostro Paese, l’occasione è gradita per porgere cordiali saluti.

Assistenza Clienti Retail