Poesia ‘Pane e…Quotidiano’ 10

Arte, Cultura & Società

La Poesia è per tutti

foto di copertina  Federico Garcia Lorca

… la poesia non si mangia ma può diventare indispensabile

Rubrica culturale del Corriere di Puglia e Lucania, a cura di Maria Pia Latorre ed Ezia Di Monte

L’intento della rubrica è quello di sfatare l’idea che la poesia sia qualcosa di astruso e che possa piacere o non piacere. In realtà la poesia è nelle nostre vite più di quanto noi possiamo immaginare. Basti pensare alla commistione della poesia con le altre forme artistiche, per esempio alla musica pop, di cui essa è un riflesso.

Proporremo, ogni giorno, pochi grammi di poesia, legati ad un fatto del giorno o ad una data da ricordare sperando che, tra le mille incombenze quotidiane, ogni Lettore, possa ritagliarsi qualche minuto per stare a contatto con l’universo poetico che vibra intorno a noi.

Buona Poesia!

Maria Pia Latorre ed Ezia Di Monte

redazione@corrierepl.it

^^^^

ADN-ZB/Kolbe
9.4.1980 [Datum Archiveingang]
Bertolt Brecht
geb. 10.2.1898 Augsburg
gest. 14.8.1956 Berlin, Dichter, Theatertheoretiker und Regisseur.

Il 10 febbraio 1889 nasceva ad Augusta, Bertolt Brecht, drammaturgo, poeta, regista teatrale e saggista tedesco. Tra le sue opere più importanti, ricordiamo ‘Tamburi nella notte’ e ‘Opera da tre soldi’, ma sono davvero tanti i successi di Bertolt Brecht. È autore, infatti, di numerose poesie che possono considerarsi tra le più toccanti della lirica tedesca novecentesca. La sua scrittura poetica è diretta, con il tono della semplice annotazione immediata, della confessione di un intellettuale che vive in un’epoca di atroci crudeltà. Non ci porta in nessun mondo fantastico o enigmatico, eppure ha un fascino, una bellezza a cui è difficile sottrarsi. Le sue poesie non hanno la rima, hanno però un ritmo molto ben studiato.

I giacigli per la notte

Ho sentito dire che a New York

all’angolo della 26° strada e di Broadway

nei mesi invernali ogni sera c’è un uomo

e ai senzatetto che si radunano

pregando i passanti procura un giaciglio per la notte.

Con questo il mondo non cambia,

le relazioni fra gli uomini non migliorano,

l’epoca dello sfruttamento non è per questo più vicina alla fine.

Ma a qualcuno non manca un giaciglio per la notte,

il vento viene tenuto lontano da loro per una notte,

la neve destinata a loro cade sopra la strada.

Non deporre il libro tu che leggi, uomo.

A qualcuno non manca un giaciglio per la notte,

il vento viene tenuto lontano da loro per una notte,

la neve destinata a loro cade sopra la strada.

Ma con questo il mondo non cambia,

le relazione fra gli uomini per questo non migliorano,

l’epoca dello sfruttamento non è per questo più vicina alla fine.