Il prossimo governo sarà un mix di tecnici e politici

Politica regionale, nazionale e internazionale

Draghi ai partiti: “Farò io la squadra, vi chiedo fiducia in me e nel mio operato”

governo mix tecnici politici draghi faro io squadra
© Pool / Agf – Mario Draghi

Con la delegazione del Pd e delle altre forze politiche che sono arrivate alla Camera per le consultazioni, Mario Draghi si è congedato sempre con una semplice richiesta: vi chiedo di avere fiducia, di credere in me e nel mio operato. Parole rassicuranti, anche se non per tutti.

Non lo saranno probabilmente per la Lega e per il Movimento 5 stelle che si aspettano delle garanzie sui temi che verranno portati avanti. Il premier incaricato ha cominciato a svelare le carte: sarà un governo tecnico-politico, ha spiegato, farò io la squadra e sarà composta di persone capaci.

E sul fatto che il sostegno è ampio e non sarà facile rivolgersi a tutte le forze politiche che puntano ad appoggiarlo, si è limitato ad osservare: le scelte saranno politiche ma tutti sono consapevoli della gravità del momento.

Ecco, il riferimento che l’ex numero uno della Bce ripete in ogni occasione è legato alle emergenze che deve affrontare il Paese, mentre temi come la giustizia e la legge elettorale saranno lasciati al Parlamento.

Al momento i nomi della lista di ministri non ci sono. Non saranno solo dei tecnici d’area, anche perché il Movimento 5 stelle non lo appoggerebbe.

Un ‘big’ della maggioranza fa i conti: 12 politici e il resto tecnici. Probabilmente non ci saranno i leader, anche se Draghi non avrebbe escluso questa pista.