Il pane di Altamura patrimonio Unesco

Cronaca

Dopo l’ambito riconoscimento della denominazione DOP ottenuta nel 2003, è giunto il momento di ottenere un nuovo importante riconoscimento per il pane di Altamura, quello dell’Unesco.

“L’ Unesco – sottolinea il deputato della Lega Rossano Sasso – annovera nel patrimonio immateriale le tradizioni che esprimono il genius loci di un determinato luogo, e tutte le attività che ne favoriscono l’affermazione e la trasmissione.

Hanno ottenuto tale riconoscimento la cucina messicana, keskek turco, cucina francese, washoku giapponese e la birra belga. L’ Italia in tal senso, incredibilmente, non è ancora tutelata dall’Unesco. Per questo motivo ho depositato una risoluzione alla Camera dei Deputati, alla quale seguirà un provvedimento analogo in Regione Puglia grazie al Consigliere Regionale Davide Bellomo, che impegna il Governo ad includere il “Pane di Altamura”, famoso in tutta Italia e celebrato anche in America, nell’Inventario del Patrimonio Culturale immateriale dell’Unesco, al fine di vedere adeguatamente riconosciuta e tutelata una tradizione millenaria, vanto della Murgia, emblema della cultura contadina e agroalimentare del Paese, per difendere, promuovere e sviluppare un settore fondamentale per l’economia del territorio”.

Domani, venerdì 5 febbraio alle ore 10.30, si terrà una conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa presso il Forno “Di Gesù”, sito in Altamura in Via Eleonora Pimentel Fonseca, 19.

Interverranno, tra gli altri, l’on. Rossano Sasso ed il consigliere regionale Davide Bellomo.