Decoro urbano inesistente a Lizzano. Ma dov’è l’assessore Morelli?

Cronaca

Spiace tornare su questo argomento ma davvero a Lizzano non se ne può più!

Un paese dotato di molto verde, parchi, ville comunali, aree giochi, una fantastica litoranea: abbandonate completamente all’incuria di una Amministrazione che predica bene ma …razzola male!

Eppure è stato una dei punti forti della passata campagna elettorale, quella del decoro urbano, per l’assessore Morelli, vicesindaco con specifica delega proprio sul tema.

Era stato istituito addirittura un premio per il balcone più bello!

Ricordo che questa Amministrazione, all’inizio del suo insediamento, approvò un Regolamento che reclutava volontari per eseguire manutenzione ordinaria nel nostro paese: progetto, neanche a dirlo, mai partito. Così il decoro urbano a Lizzano non si è mai visto né prima, né durante, né dopo questo provvedimento.

Parco Unicef, Piazza Tupini, Villa San Nicola, Piazza Convento, Piazza Madonnina, Piazzetta extramurale piene di erbacce, completamente abbandonati all’incuria,senza la minima attenzione per dei luoghi frequentati da bambini, famiglie, anziani.

Qui si predica bene ma sì razzola male!

La nostra fantastica Marina nota in tutto il mondo per la sua bellezza unica, con un paesaggio mozzafiato con le sue splendide dune, abbandonata a se stessa: cosa spesso denunciata dal sottoscritto, alla stampa ma anche attraverso esposti alla ASL e alle autorità competenti, per i frequenti casi di rifiuti abbandonati lungo la litoranea.

Bello il progetto eseguito dall’Enel,  delle cabine elettriche colorate, dei nostri parchi, che bene si integrano con le aree giochi ed i parchi frequentati da adulti e bambini, ma il contesto non è altrettanto gradevole ed accomodante.

Il mio appello è rivolto principalmente al assessore del Comune di Lizzano, Morelli, al quale chiediamo schiettamente le dimissioni per non riuscire ad assicurare alla nostra comunità un minimo di decenza.

Gianluca Lecce
Consigliere, capogruppo Articolo Uno
Comune di Lizzano