Ancora un disabile a pagare per ritardi della ASL  

Diritti & Lavoro

BARI –  La Asl di Bari le prescrive un deambulatore ma dopo sei mesi la donna non può piu’ aspettare si rivolge alla associazione Sunrise Onlus, che glielo regala permetterle di camminare.

Ancora una volta Maria De Giovanni (foto) fa parlare di sé e dei suoi gesti che la contraddistinguono nell’aiuto ai piu’ deboli. Stavolta la vicenda arriva dal capoluogo pugliese. Patrizia, una donna anziana di Bari a causa di una grave patologia non può deambulare autonomamente se non con l’aiuto di un deambulatore,

quello che in effetti la Asl di Bari le aveva prescritto il 1° giugno 2020. Prescrizione piu’ volta sollecitata dalla donna ma di fatto senza mai essere evasa, ragione per cui Patrizia per evitare brusche cadute si muoveva dentro la sua casa appoggiata alla sorella. Nella disperazione di avere un supporto si è rivolta all’Associazione Sunrise Onlus di Borgagne nel leccese chiedendo aiuto alla Presidente Maria De Giovanni. << Ho chiamato l’associazione perché avevo sentito parlare molto bene di Maria che si occupa di aiutare chi ha queste patologie neurologiche – dice Patrizia – Maria De Giovanni si è mobilitata subito, so che ha provato a contattare la Asl senza avere nessun esito però, dopo varie settimane causa anche il Covid, Maria mi ha comunicato che l’Associazione Sunrise Onlus avrebbe provveduto ad acquistare il mio deambulatore>>. Una notizia che ha reso felice Patrizia ma che apre una voragine sulla lungaggine burocratica.

 Abbiamo deciso di acquistare noi il deambulatore alla signora – commenta Maria De Giovanni – purtroppo non si possono aspettare i tempi biblici delle prescrizioni, già si devono affrontare le malattie, se poi a questo si aggiungono questi gravi episodi tutto diventa piu’ difficile. Come Presidente dell’associazione sono felice di avere aiutato Patrizia che nel giro di pochi giorni, perché ci siamo serviti di una Sanitaria Barese ha ricevuto direttamente a casa sua il deambulatore, lo stesso prescritto dalla Asl. Lo abbiamo comprato noi mentre faccio appello alla Asl, che comunque dovrebbe essere piu’ sensibile a queste tematiche e non chiudere i discorsi usando il Covid come scusa>>.

Insomma tutto bene quello che finisce bene, Patrizia di Bari sostenuta da una Onlus leccese potrà fare i suoi dieci passi al giorno per riprendere lentamente le sue funzionalità nella deambulazione. La donna ha scritto alla Associazione commossa del bellissimo gesto di solidarietà: << Carissima Maria, ti voglio ringraziare di cuore per il gesto affettuoso nei miei confronti, hai capito tutte le mie sofferenze interiori e fisiche che vivo sulla mia pelle a causa delle varie patologie con cui convivo dal 2008. Ho molto apprezzato il vostro gesto che come Associazione avete fatto per me: il dono del deambulatore mi permetterà di essere più libera e di muovermi meglio.

Grazie di Cuore, a presto che il Signore vi benedica e vi faccia realizzare tutto il bene di cui noi sofferenti abbiamo bisogno, in questa società complessa ma talvolta povera di valori autentici e cristiani. Quello che si dice su di te è verissimo se davvero una donna speciale, una di quelle persone che veramente usano il fare piu’ che il dire>>.

Maria De Giovanni dopo il titolo di Ufficiale al merito della Repubblica Italiana conferito dal Presidente Sergio Mattarella e tutti gli altri ricevuti per il suo impegno nel sociale, si conferma la donna che da un piccolo paese del Sud Salento è vicina ai piu’ deboli e lotta per i loro diritti.