Trani, giallo su morte del ginecologo Schonauer: sequestrata salma dopo funerale. Pm indaga per abbandono di incapace

Trani, giallo su morte del ginecologo Schonauer: sequestrata salma dopo funerale. Pm indaga per abbandono di incapace

Terminate le esequie, l’arrivo dei carabinieri prima che la salma fosse cremata. E così, sulla morte improvvisa del professor Sergio Schonauer, nome molto noto della ginecologia deceduto venerdì a Trani all’età di 79 anni, sarà adesso la Procura di Trani a chiarire se sarà necessaria l’autopsia. Tutto questo a seguito della denuncia di un familiare del medico, che sospettano che l’inaspettato decesso del noto ginecologo sia avvenuto per avvelenamento.

Schonauer viveva da diversi anni a Trani dopo essere stato direttore del Dipartimento di ginecologia dell’Università di Bari. Durante la sua lunga carriera aveva anche formato decine e decine di valenti ginecologi (tra cui i due figli, uno dei quali ne ha preso il posto al Policlinico di Bari). Per tanti medici specializzandi, i libri scritti da Schonauer sono ancora oggi un imprescindibile strumento di approfondimento della materia.

L’insigne ginecologo si era spento venerdì ed il pomeriggio di sabato si è svolto il rito funebre alla rettoria della Madonna del Carmine, in piazza Tiepolo a Trani. Al termine della funzione religiosa si sono presentati i carabinieri della Tenenza di Bisceglie, dove è stata sporta la denuncia. I militari hanno preso in carico la salma, bloccando così la partenza del feretro per Foggia, dove il corpo del professor Schonauer sarebbe dovuto essere sottoposto a cremazione da lì a poche ore.

Si tinge così di giallo la scomparsa di una figura molto nota anche oltre i confini della Puglia, le cui circostanze sarebbero tutte da chiarire. L’ipotesi dell’avvelenamento, ventilata nella denuncia, sarebbe legata a presunti dissidi fra familiari per supposte questioni ereditarie. Sarà la Procura tranese a fare luce sulla controversa vicenda, soprattutto all’esito di un esame autoptico evidentemente caldeggiato dai denuncianti ma non ancora disposto.

LE INDAGINI DEL PM –  La Procura di Trani ipotizza il reato di abbandono di persona incapace, aggravato perché seguito da morte, con riferimento al decesso dell’ex ordinario della Ginecologia del Policlinico di Bari, il 79enne Sergio Schonauer. Il professore è morto nei giorni scorsi nella casa di Trani dove da tempo risiedeva con una nuova compagna. La salma è stata sequestrata dai carabinieri dopo le esequie nel cimitero, sabato, su disposizione dei pm che hanno aperto il fascicolo sulla base della denuncia di uno dei figli. Nell’inchiesta dei magistrati di Trani la donna, convivente del defunto, è ora indagata con l’accusa di essersi allontanata da casa proprio negli istanti nei quali il 79enne è morto, per cause che sarà l’autopsia ad accertare. L’incarico al medico legale sarà conferito lunedì prossimo. L’inchiesta, un atto dovuto precisano dalla Procura di Trani, è coordinata dal pm Marcello Catalano e dovrà accertare se l’ex docente barese, affetto da diverse patologie, abbia ricevuto le cure necessarie e se, nella sue condizioni di salute, il temporaneo allontanamento della compagna abbia in qualche modo contribuito al decesso.

Redazione Corriere Puglia e Lucania

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *