Video-sfida su TikTok, influencer denunciata per istigazione al suicidio

Diritti & Lavoro

Trovato un video che mostrava una ‘sfida’ tra la donna e un uomo, in cui entrambi si avvolgevano totalmente il volto, compresi narici e bocca, con il nastro adesivo trasparente, in modo tale da non poter respirare

© foto: Twitter  – Polizia Postale

Istigazione al suicidio attraverso dei ‘video sfida’ su Tik Tok. La polizia postale di Firenze – coordinata dal procuratore aggiunto Luca Tescaroli e dal sostituto procuratore Fabio Di Vizio, della Procura fiorentina – ha denunciato una influencer quarantottenne della provincia di Siracusa.

Il video è stato considerato dagli investigatori “estremamente pericoloso” in quanto visibile a tutti gli utenti senza restrizioni e per il fatto di poter costituire oggetto di emulazione da parte di minorenni, come già accaduto recentemente con sfide analoghe; quindi, è stato segnalato dal Cncpo del servizio polizia postale di Roma e rimosso dalla piattaforma Tik Tok.

Nell’ambito della stessa attività di monitoraggio è stato accertato che nel tempo l’influencer aveva pubblicato anche altri numerosi ‘video sfide’ dello stesso tenore, che le hanno permesso di ottenere popolarità e l’attenzione di ben 731.000 followers di diverse età.

A conferma del rischio di emulazione tra gli utenti, soprattutto minorenni, alcuni post come questo: “Ciao, se mi saluti giuro mi lancio dalla finestra”. Da qui la decisione dei pm, titolari delle indagini, di emettere un provvedimento urgente di perquisizione, anche informatica, e sequestro degli account social, eseguito dalla polizia postale di Catania.

TIKTOK