“I love… Marco Ferreri” di Pierfrancesco Campanella finalmente on line sulla piattaforma CG Digital

Eventi, Musica & Spettacoli

È disponibile on demand, su piattaforma CG Digital, I love… Marco Ferreri, ideato, diretto e realizzato dal regista pugliese Pierfrancesco Campanella.

Una indagine postuma, tra reale e surreale, sui mutamenti sociali degli ultimi anni, attraverso l’occhio di un artista fuori dal coro. Ci si potrebbe chiedere se la cultura sia davvero finita e con essa lo spirito critico. La risposta, nonostante tutto, è negativa. Certe “esigenze” non moriranno mai, almeno finchè ci saranno cervelli pensanti e libertà di esporre le proprie idee. E il cinema può ancora essere un ottimo veicolo di divulgazione del bello, dell’arte e delle emozioni più profonde e sensibili dell’animo umano.

Prodotto e distribuito dalla Cinedea srl, I love… Marco Ferreri si avvale, oltre che della consulenza artistica di Laura Camia e della fotografia curata da Lorenzo Vecchio, , dei prestigiosi interventi degli attori Michele Placido e Piera Degli Esposti, dello scrittore e regista Emanuele Pecoraro, dell’operatore culturale Franco Mariotti, del critico Orio Caldiron, del docente universitario Fabio Melelli, del pittore Mario D’Imperio.

Per la parte fiction sono impegnati Fabrizio Rampelli (che impersona il detective), Lorenzo De Luca (peraltro coautore dello script insieme allo stesso Campanella), e, inoltre, Maria Rita Hottò, Marco Werba, Andrea Falcioni, Matteo Campanella, Chiara Campanella, con la voce narrante del bravissimo Ermanno Ribaudo.

Ecco le parole del regista:

Da grande appassionato di cinema, quale molto immodestamente credo di essere, spesso mi viene chiesto quali siano i miei autori preferiti. Inutile dire che ce ne sarebbero molti: del resto, tra tanti grandi maestri, come si fa a stabilire se sia più grande Fellini o Visconti, Pasolini o De Sica, piuttosto che Antonioni o Bellocchio? Ognuno di loro, ma ce ne sarebbero moltissimi altri, ha regalato una traccia indelebile nella storia della cinematografia mondiale. Seppure con stili, sensibilità e modi differenti di trasmettere emozioni e sensazioni, ciascuno ha rappresentato una personalità unica e irripetibile, lasciando in eredità sublimi immagini impresse nei preziosi fotogrammi delle rispettive pellicole. Stilare una classifica di merito o di
gradimento sarebbe riduttivo e ingeneroso per questi autentici miti della celluloide. C’è però un nome che, in qualche modo, più di altri, mi coinvolge emotivamente, ed è Marco Ferreri. La ragione è molto semplice: ho come la sensazione che sia stato ingiustamente dimenticato troppo in fretta. L’Italia si sa, in campo artistico, ha la memoria corta e gli addetti ai lavori, prima ancora che il pubblico, amano costruire dei miti per poi distruggerli, soprattutto se si tratta di personaggi non “allineati” o non politicamente “corretti”. Tutto ciò che è “diverso” risulta potenzialmente scomodo e quindi “pericoloso”. Da queste premesse, è nata l’idea di scrivere un documentario sulla filmografia di Ferreri, senza tralasciare l’uomo Marco. Ad arricchire il lavoro l’ausilio di interviste realizzate per l’occasione ad alcuni qualificati addetti ai lavori.”

Pierfrancesco Campanella

Vedi Trailer: