Vico, scuole ‘riaperte’: la scelta dei genitori e la didattica integrata

Cronaca

Il sindaco: “Ho deciso di non prorogare la sospensione della didattica in presenza”

VICO DEL GARGANO (Fg) – “Ho deciso di non prorogare ulteriormente l’ordinanza di sospensione della didattica in presenza per le scuole di Vico del Gargano. Da lunedì 25 gennaio 2021, come da ordinanza emanata dal presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, a seconda della scelta dei loro genitori, gli alunni delle scuole elementari e medie potranno frequentare in presenza oppure continuare a seguire le lezioni da casa. Sarà cura dei genitori, nel secondo caso, comunicare alla scuola la richiesta della didattica integrata.

Per l’asilo comunale e la scuola materna non vige alcun obbligo, dunque saranno i genitori a scegliere se portare i propri figli a scuola. Anche per le scuole secondarie superiori, e quindi per l’Istituto statale di Istruzione Superiore Publio Virgilio Marone, valgono le disposizioni della Regione Puglia: dal 25 gennaio e fino al 30 gennaio, il 100% delle attività sarà svolta tramite il ricorso alla didattica digitale integrata.

Resta sempre garantita la possibilità di svolgere attività in presenza qualora sia necessario l’uso di laboratori o per mantenere una relazione educativa che realizzi l’effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali, secondo quanto previsto dal decreto del Ministro dell’istruzione n. 89 del 7 agosto 2020, e dall’ordinanza del Ministro dell’istruzione n. 134 del 9 ottobre 2020, garantendo comunque il collegamento on line con gli alunni della classe che sono in didattica digitale integrata; da lunedì 1 febbraio a tutto il 6 febbraio, l’attività didattica in presenza potrà svolgesi nel limite del 50% della popolazione scolastica. A tal fine, nell’ambito della propria autonomia, le istituzioni scolastiche organizzano le attività, applicando preferibilmente la percentuale ad ogni singola classe e garantendo comunque la didattica digitale integrata per tutti gli studenti le cui famiglie ne facciano richiesta, tenendo presente che a coloro che hanno chiesto la didattica digitale integrata, non può essere imposta la didattica in presenza. Tale scelta è esercitata una sola volta e per l’intero periodo di vigenza delle presenti disposizioni, salvo deroga rimessa alle valutazioni del Dirigente scolastico”.

SI PUO’ SCEGLIERE. “Anche io sono un genitore”, ha dichiarato il sindaco Michele Sementino. “Per i nostri figli, anche per la prossima settimana, io e mia moglie abbiamo scelto di continuare con la didattica integrale a distanza. L’ordinanza del presidente Michele Emiliano dà anche questa possibilità. Sono certo che ogni genitore saprà valutare con attenzione e serenità la scelta da prendere per i propri figli, in base alle necessità dei minori e a quelle più complessive del proprio nucleo familiare”.

SITUAZIONE COVID. “Come ho spiegato nell’ultimo videomessaggio, dopo le festività natalizie il numero dei contagi è aumentato. Questa settimana c’è stato un lieve calo e ci siamo attestati, momentaneamente, su circa 40 casi. Dobbiamo mantenere un alto livello di attenzione e di rispetto delle regole per contrastare l’ulteriore diffusione del virus. Come facciamo ormai da un anno, valuteremo giorno per giorno e settimanalmente i report che la Prefettura fornisce al Comune di Vico del Gargano”.