Coppa Italia: incubo Roma, passa lo Spezia 4-2

Sport & Motori

A poco più di 5 anni di distanza, si ripresenta l’incubo Spezia per la Roma agli ottavi di Coppa Italia. La formazione giallorossa viene nuovamente eliminata dai liguri, stavolta ai supplementari e non ai calci di rigore. Finisce con uno scoppiettante e incredibile 4-2 sul campo, che non sara’ neanche omologato viste le sei sostituzioni effettuate dai giallorossi (sinonimo di sconfitta a tavolino, sarebbe la seconda stagionale). Incredibile epilogo per la squadra di Fonseca, costretta a giocare anche l’intera mezz’ora di extra-time con due uomini in meno. Decidono i gol al 107′ dell’ex Verde e nel finale di Saponara, dopo che Pellegrini e Mkhitaryan erano riusciti a recuperare il doppio vantaggio bianconero di Galabinov e dello stesso Saponara. Grande festa per la squadra di Italiano, che ora se la vedrà con il Napoli. Avvio tutto in salita per i giallorossi, che in appena un quarto d’ora di gioco si ritrovano sotto 2-0 con il rigore (molto dubbio) trasformato da Galabinov e il sigillo di Saponara. Da qui in poi però è quasi un monologo della squadra di Fonseca, che sfiora più volte la rete senza trovarla, ma riuscendo comunque a rimettersi in corsa proprio a ridosso dell’intervallo. Pellegrini viene steso in area da Ismajli, si presenta dal dischetto e accorcia le distanze. Nella ripresa la Roma continua a premere e al 67′ va ad un passo dal pareggio, ma Borja Mayoral spreca incredibilmente da pochi passi l’assist di Pedro. 2-2 che arriva giusto una manciata di minuti più tardi sull’asse Mayoral-Mkhitaryan, con l’armeno che sfrutta la triangolazione e l’assist del compagno scavalcando il portiere con un bel tocco sotto. Nel finale altro clamoroso errore davanti al portiere di Mayoral, che non sfrutta un errore difensivo ospite calciando incredibilmente a lato la palla della qualificazione. All’inizio dei supplementari si ripresenta l’incubo per la formazione capitolina, che nel giro di 30 secondi rimedia le espulsioni di Mancini e Pau Lopez, continuando la gara in 9 contro 11. Nel secondo tempo supplementare arriva il crollo e le reti di Verde e Saponara (doppietta), sanciscono la vittoria dei bianconeri.

Fonte: AGI