La Cina è l’unica economia a essere cresciuta nell’anno del Covid

Economia & Finanza

La Cina supera le attese ed evita la contrazione della propria economia nell’anno della pandemia di Covid-19, crescendo del 2,3% nel 2020 e del 6,5% nel quarto trimestre dello scorso anno. Lo riferiscono gli ultimi dati diffusi dall’Ufficio Nazionale di Statistica di Pechino. Gli analisti avevano previsto una crescita della Cina al 6,1% negli ultimi tre mesi dello scorso anno, in accelerazione rispetto al +4,9% del periodo compreso tra luglio e settembre scorsi e del 2,1% per l’intero 2020. Su base congiunturale, la crescita del quarto trimestre 2020 è stata del 2,6%. Il tasso di crescita registrato nel 2020 è il piu’ basso dal 1976, quando l’economia cinese si contrasse dell’1,6% al termine della Rivoluzione Culturale, ma la Cina è oggi l’unica grande economia mondiale a registrare una crescita per l’anno segnato dalla pandemia di Covid-19.  Il prodotto interno lordo della Cina nel 2020 ha superato per la prima volta quota centomila miliardi di yuan (oltre 15.408 miliardi di dollari). Il superamento della soglia è stato confermato dai dati diffusi dall’Ufficio Nazionale di Statistica di Pechino, secondo cui nel 2020 il volume del prodotto interno lordo del Paese asiatico ha toccato quota 101.598,6 miliardi di yuan (15.661,12 miliardi di dollari).

Fonte: Agi