Giornate di studio per il borgo La Martella. Si aprono nuovi scenari per la periferia della Città dei Sassi

Arte, Cultura & Società

Giovanni Mercadante 

MATERA – Il 14 e il 21 gennaio si terrà l’iniziativa “La Martella – Giornate di studio” che vedrà la partecipazione di esperti di architettura e di altre discipline che discuteranno insieme, immaginando futuri possibili scenari per il borgo La Martella a partire da punti di vista diversi e multidisciplinari. 

L’iniziativa è organizzata nell’ambito del Laboratorio di Genealogia dell’Architettura 1 tenuto dai docenti Angela Colonna, Chiara Rizzi, Piergiuseppe Pontrandolfi e Antonio Bixio insieme ai tutor Saverio Massaro e Grazia Rutica presso l’Università degli studi della Basilicata.

La borgata rurale La Martella fu realizzata negli anni Cinquanta per accogliere le famiglie degli assegnatari della Riforma Fondiaria, a seguito dell’approvazione della prima legge di risanamento dei Sassi di Matera, che portò allo svuotamento degli antichi rioni materani e alla contestuale costruzione di una nuova città.

La Martella rappresenta un luogo di grande interesse architettonico ed urbanistico per la storia della sua progettazione e della sua costruzione, intorno al quale orbitò Adriano Olivetti, una delle più grandi personalità di quegli anni che fu presidente dell’INU e vicepresidente dell’UNRRA-CASAS; come per i quartieri degli operai di Ivrea, egli promosse anche a Matera l’idea di costruire borghi residenziali che potessero diventare centri propulsori di comunità locali.

Il borgo divenne uno dei primi esiti di un vasto programma di sperimentazioni progettuali che coinvolsero figure di primo piano dell’architettura e del panorama intellettuale del Novecento. Tra questi, Ludovico Quaroni che affiancò Federico Gorio nella redazione del progetto del borgo e progettò la Chiesa parrocchiale.

Quali sono gli scenari futuri per La Martella? Alla luce dell’attuale dibattito sulle forme dell’abitare contemporaneo, il borgo presenta interessanti fattori di attrattività che saranno oggetto di dibattito e di approfondimento.

Le giornate di studio saranno articolate secondo uno stesso schema che prevede due tavoli di approfondimento e una sessione di tavola rotonda finale.

Nello specifico, i macro temi delle tre sessioni saranno:

tavolo 1 – storia e progetto

prevede interventi di esperti che approfondiranno fatti ed eventi dal carattere storico-sociale oltre a affrontare temi compositivi e progettuali degli interventi a scala urbana ed architettonica;

tavolo 2 – contributi multidisciplinari

prevede interventi di esperti di altre discipline e/o di critica del progetto, per proporre punti di vista altri sul tema ed arricchire la riflessione su La Martella;

tavola rotonda – Scenari futuri

momento di sintesi finale orientato alla riflessione su possibili scenari futuri per il borgo La Martella; momento di confronto tra i relatori e aperto anche ad altri interventi, commenti e domande da parte degli esperti invitati, degli studenti e del pubblico in generale.

Interverranno i relatori: Pippo Ciorra, Mauro Saito, Antonello Pagliuca, Francesco Paolo Francione, Pasquale Doria, Marina Panza, Luigi Acito, Luca Chistè e Francesco Maggiore.

Le provocazioni intellettuali che animeranno i tavoli dei contributi multidisciplinari saranno curate da Ina Macaione e Ettore Vadini. La moderazione delle tavole rotonde e le sintesi conclusive sono affidate ai docenti del corso Angela Colonna, Chiara Rizzi, Antonio Bixio e Piergiuseppe Pontrandolfi.

L’evento avrà luogo dalle ore 15.30 alle 19.30 e sarà accessibile a tutti, tramite link (http://meet.google.com/aib-wqmy-cdi) alla piattaforma Google Meet.

Saranno disponibili informazioni ed aggiornamenti sull’evento Facebook (https://www.facebook.com/events/2740577232858638)

Pagina ufficiale dell’iniziativa: https://aroundmatera.wordpress.com/la-martella-giornate-di-studio/

Segreteria organizzativa e coordinamento: Saverio Massaro e Grazia Rutica

Contatti: saverio.massaro@unibas.it – grazia.rutica@unibas.it