Bari – Simeri vicino all’addio. Un altro giocatore positivo

Sport & Motori

Romairone continua a sondare il terreno del mercato di riparazione alla ricerca delle pedine necessarie a far cambiare i trend della squadra con l’obiettivo di superare la Ternana. Cosa non facile, ovviamente, ma con la disponibilità economica tutto è possibile anche senza svenarsi ma compiendo operazioni con oculatezza.

La società del Bari sta prendendo in considerazione alcuni giovani che possano sia essere utili sia adesso, sia nel corso del tempo. Uno dei profili dove si sta lavorando di più è Luca Pandolfi, attaccante della Turris, combinazione prossimo avversario del Bari, giocatore abile a svariare dappertutto nel reparto d’attacco, tra l’altro possiede lucidità e cattiveria sotto porta, ma la Turris, prevedibilmente, avendo a che fare con una società ricca, chiede la luna del pozzo, vecchio vizio di certe squadre minori che, al primo squillo da parte di società più attrezzate, alzano la posta. A tal proposito si potrebbe profilare uno scambio con Simone Simeri, attaccante amato dai tifosi ma si sa che nel calcio, purtroppo, i sentimenti percorrono altre strade rispetto a quelle di mercato, tuttavia il giocatore pare non veda di buon occhio un eventuale trasferimento in riva al Tirreno. Tra l’altro in serie B ha anche alcune richieste, una su tutte quella dell’Entella di Chiavari dove in panchina è seduto un certo Vincenzo Vivarini che lo scorso anno, dopo l’accantonamento di Cornacchini, ha rilanciato l’attaccante facendogli disputare un ottimo campionato e, pertanto, trasferendosi in Liguria, troverebbe un allenatore che lo stima molto sia come uomo sia come giocatore. Poi l’idea di misurarsi in una categoria maggiore è decisamente allettante.

Ma ci sono anche altri giocatori nel mirino: uno è Salim Diakitè, un difensore centrale che può disimpegnarsi oltre che da centrale anche da terzino, ma pure in questo caso il Teramo, proprietario del cartellino, non ha perso l’occasione di alzare il prezzo.

Nella lente di ingrandimento ci sono anche due giovani, Davide De Marino della Pro Vercelli (20 anni) e Romeo Giovannini del Carpi (19 anni), mentre per portare a termine operazioni di un certo spessore, bisogna attendere le uscite di alcuni giocatori come Hamili sulle cui tracce c’è da tempo il Monopoli, Perrotta cercato in B dal Cosenza, e Corsinelli nel mirino dell’Imolese. E solo quando verranno effettuate queste cessioni, solo allora potrà aprirsi ufficialmente la trattativa che dovrebbe condurre a Di Noia.

Nel frattempo il coronavirus torna a far capolino nel Bari. La società, infatti, ieri, con un comunicato stampa, ha ufficializzato la positività di un componente della squadra il cui nome è rigorosamente taciuto per questioni di privacy, una notizia, questa, che si era capita sin dai giorni scorsi allorquando un giocatore non era rientrato nei ranghi di Capodanno a causa di qualche linea di febbre e, di conseguenza, tempestivamente sono partiti i protocolli del tampone il cui esito, purtroppo, è risultato positivo.

Il resto della truppa, per fortuna, dovrebbe esser esente da ogni preoccupazione in quanto non è venuto a contatto col giocatore in questione. Tuttavia appare ovvio che costui non potrà essere della gara di domenica insieme, forse, a Celiento e Citro, in condizioni fiche precarie.

Massimo Longo