Lettere al Direttore. I giovani devono festeggirare anno nuovo 2021 all’insegna dei valori

Cronaca

Egr. Direttore,

i valori, assieme ai principi influiscono sul nostro comportamento, crescono e si concretizzano man mano che sale l’età e l’esperienza della vita.

E’ bello, anche se arduo e difficile, ricercarne le motivazioni e le origini, stante l’importanza che essi rivestono nella nostra vita: li definiamo e descriviamo al meglio, facendo essi parte della nostra storia personale.

Ciò è molto importante, al fine di essere a essi il più possibile fedeli e osservanti in ogni circostanza della vita.

Dovremmo essere convinti cari giovani che gli ideali e i valori in cui dobbiamo credere, devono rappresentare la nostra massima ricchezza e prosperità.

Sia nell’ impegno scolastico, professionale, lavorativo e politico, che in tutti gli altri comportamenti della vita, dobbiamo ascoltare le nostre più intime convinzioni e lasciarci guidare, nei comportamenti, dagli stimoli che derivano dagli stessi principi in cui crediamo e prestare fede.

La vita risulterà allora più appagante e ricca di soddisfazioni, piaceri e benessere.

Potrà nascere in noi stessi la sfida tra quelli che sono i nostri ideali e quanti di essi riusciamo a realizzarne.

Il nuovo anno 2021, rappresenta un banco di prova importante, che ci deve offrire tante possibilità di attuazione e messa in opera.

La cultura sempre più complessa ed ampia, al pari della convivenza, può trovare nei valori ideali i punti di riferimento per il suo equilibrio.

Per vivere al meglio nella pienezza dei nostri principi, dobbiamo fare esercizio di tolleranza, di comprensione, di uguaglianza, di pace, ma dare anche testimonianza del nostro impegno e rigore nel perseguirli con generosità e costanza anche nelle nostre città e paesi più piccoli della nostra bella Italia dal nord al sud.

La gioia di vivere, la sicurezza, il coraggio, la soddisfazione morale con cui saremo ripagati ci darà più forza a proseguire nella nostra vita anche in questo periodo di pandemia.

Cav. Antonio Guarnieri