Il calore di una cena

Vigilia di Natale all’insegna della solidarieta’,Confcommercio conversano dona una cena alle famiglie bisognose

CONVERSANO (Bari) – La condivisione di un pasto nel giorno più importante e la certezza che, la notte più magica dell’anno, non si è affatto soli. Sono questi i due pilastri su cui si fonda l’iniziativa “Il Calore d’una Cena” organizzata dalla delegazione Confcommercio Conversano che ha fortemente creduto nella realizzazione di questa iniziativa finalizzata ad aiutare il territorio e a non lasciare indietro nessuno. L’idea è quella di cucinare un pasto completo, dall’antipasto al dolce, e di offrirlo con l’aiuto della Protezione Civile, alle famiglie bisognose. Oltre 350 pasti messi a disposizione della comunità locale grazie all’impegno e allo sforzo dei ristoratori affiliati al gruppo Confcommercio di Conversano, ma anche ad aziende amiche che hanno creduto sin da subito nella realizzazione di questo progetto. Una meticolosa macchina organizzativa che, nel corso della giornata del 24, vedrà da un lato i ristoratori impegnati a cucinare l’intero pasto da donare, e dall’altro un folto numero di volontari che si occuperà del confezionamento e della consegna alla Protezione Civile di Rutigliano.

LOCANDINA

Siamo orgogliosi di questa iniziativa”, ha commentato la presidente Giulia Pascale, “soprattutto perché, quello del 2020, sarà un Natale diverso dagli altri a causa della grave crisi economica e sanitaria che stiamo vivendo. Il gruppo della Confcommercio Conversano ha portato avanti con determinazione questo progetto, patrocinato dal Comune di Conversano, e che mira ad aiutare le famiglie in difficoltà, ma soprattutto a far sentire la nostra vicinanza in un anno disastroso”. 

Il 24 dicembre, poi intorno alle 14:00 ci sarà la consegna dei pasti agli uomini della protezione civile che, con discrezione e nel rispetto della privacy si occuperanno della distribuzione alle famiglie.

In questa occasione”, conclude Giulia Pascale, “terminata la distribuzione, la Confcommercio Conversano coglierà l’occasione per formulare i propri auguri di Natale e per  ringraziare coloro che hanno reso possibile questo importantissimo evento di beneficenza”.


Redazione

Redazione