Masseria “Vaccarizza”: concessa l’area esterna per l’installazione di 300 casette apiarie

Laboratori didattici per gli studenti delle scuole primarie e secondarie locali

GRAVINA IN PUGLIA – Torna alla vita masseria “Vaccarizza”, nel bosco Difesa Grande di Gravina in Puglia. La giunta comunale, guidata dal sindaco Alesio Valente, su indicazione dell’assessore al bosco, Felice Lafabiana, ha disposto la concessione dell’area esterna alla struttura ormai in disuso, per l’installazione di casette apiarie e la realizzazione di laboratori didattici per gli allievi delle scuole primarie e secondarie locali. Il progetto verrà realizzato senza scopo di lucro, su proposta di un apicoltore locale che oltre alla cura ed alla installazione di circa 300 arnie presterà servizio ausiliario al Comando di Polizia Locale per il recupero degli sciami, attività sinora svolta in forma volontaria e spontanea. “Lo scopo – spiega l’assessore Lafabiana – è quello di avvicinare i visitatori al mondo dell’apicoltura, alla vita delle api, alla loro organizzazione, ai prodotti dell’alveare il miele, unitamente al contributo essenziale che esse apportano al naturale ciclo evolutivo di tutte le altre piante. A questo si aggiungeranno un’importante opportunità di studio per i nostri giovani ed un aiuto alla tutela dell’ecosistema, di cui le api rappresentano tra le più importanti sentinelle”.


Redazione

Redazione