La mozzarella di Gioia del Colle diventa dop

Cronaca

Le caratteristiche. L’area si distingue per alcune peculiarità geo-pedoclimatiche, e per un’antica e radicata tradizione casearia che è stata tramandata di generazione in generazione, conservandosi nel tempo.
Questi due aspetti influenzano profondamente le caratteristiche del latte e del formaggio e rappresentano i principali fattori di ancoraggio della “Mozzarella di Gioia del Colle” al territorio. La tecnica di trasformazione è quella tradizionale, storica, che prevede il solo uso di latte fresco e l’aggiunta di innesto autoctono (siero-innesto). Tutto ciò conferisce alla “Mozzarella di Gioia del Colle” note lattiche fresche, di burro e di siero acido, e delicati sentori vegetali e animali.