Via libera a Dm sui piccoli musei, diamo aiuto importante a realtà piu’ fragili

Arte, Cultura & SocietàDiritti & Lavoro

di Danila De Lucia

Oggi mi fa piacere condividere un importante risultato, raggiunto dopo un lavoro durato mesi.

L‘idea di finanziare i piccoli musei nasce da un perfetto tandem con la collega della Camera, Rosalba Testamento. Lei è molisana io della Campania interna, il Sannio, probabilmente siamo accomunate dalla capacità di essere concrete e di pensare in ‘piccolo’.

Quando gli impegni presi e le attività che portiamo avanti in parlamento prendono concretezza non si può che esprimere piena soddisfazione. Nella legge di bilancio dello scorso anno venne approvato un emendamento a mia prima firma, al quale avevo lavorato con la collega alla Camera, che istituiva un fondo di due milioni di euro per i piccoli musei. Una misura fortemente voluta dal Movimento 5 Stelle, divenuta ancor più importante quest’anno a causa dell’emergenza covid, che come noto ha investito in maniera particolare il settore della cultura ed i musei in particolare. Oggi il via libera con specifico decreto ministeriale: in questo modo saremo in grado di garantire il funzionamento, la manutenzione ordinaria e la continuità nella fruizione per i visitatori, nonché l’abbattimento delle barriere architettoniche.

Questa la mia nota di oggi, rispetto al lavoro condotto con la deputata del M5S Rosa Alba Testamento; rivolgo un ringraziamento particolare al sottosegretario al Mibact Orrico, che ha seguito in sede governativa l’iter che ha portato oggi al via libera degli organi di controllo, il primo passo per dare ossigeno ai piccoli musei in un momento così complesso.

Con il decreto che prevede il riparto di 2 milioni di euro ai piccoli musei italiani portiamo a termine l’impegno, preso con la scorsa legge di bilancio, a sostegno di quei presidi culturali che sono generalmente, ingiustamente penalizzati rispetto ai grandi poli attrattivi.

Come ha detto la mia collega deputata: “un’ottima notizia perché parliamo di aiuti essenziali alla sopravvivenza, la conservazione e la crescita di tante piccole realtà museali, che costituiscono un patrimonio da proteggere e valorizzare sempre di più, in un’ottica di sviluppo del principio di cultura diffusa. Ho lavorato personalmente a questa iniziativa, rinnovando l’impegno anche nella nuova legge di bilancio: ho infatti presentato un emendamento, condiviso con la senatrice Danila De Lucia, che aumenta il fondo per i piccoli musei di un milione, destinando le nuove risorse al processo di digitalizzazione del patrimonio. Mi auguro vivamente che possa essere approvato, anche perché alla valorizzazione di queste realtà è legata la valorizzazione degli interi territori che le ospitano, soprattutto quelli più periferici ed economicamente svantaggiati”.