Nella città di Matera si incontreranno sotto la presidenza di Luigi Di Maio i ministri degli Esteri e sono previsti una serie di eventi collaterali.

Dichiara Conte:

“È appena iniziata ufficialmente la presidenza italiana del G20, l’Italia è pronta a dare il via a un anno di intenso lavoro.

Siamo chiamati a dare risposte all’altezza delle grandi sfide globali che ci attendono e a costruire oggi il mondo di domani, per consegnare nelle mani dei nostri figli un Pianeta migliore.

L’Italia saprà mettere in campo tutto il suo impegno, la sua apertura al dialogo, mostrando le sue bellezze, la sua storia, la sua capacità di progettare il futuro.

Lo faremo cercando tutti insieme di lasciarci alle spalle la terribile pandemia che sta causando tanta sofferenza in ogni parte del mondo.

Lavoreremo per promuovere strumenti e azioni condivise che consentano una ripresa economica più equa, più giusta, in grado di combattere le diseguaglianze, le vecchie ma anche le nuove.

Metteremo al centro della nostra azione l’empowerment delle donne, favoriremo l’adozione di politiche per accelerare la transizione energetica, per combattere i cambiamenti climatici, per lasciare a chi verrà dopo di noi un mondo più verde, più sostenibile.

Rafforzeremo la nostra collaborazione per cogliere le immense opportunità che ci offre la digitalizzazione, per renderla uno strumento accessibile a tutti.

Uniremo i nostri sforzi per rafforzare il sistema commerciale globale secondo i principi di trasparenza e inclusività.

Faremo tutto questo con uno spirito aperto e partecipativo.

Persone, pianeta, prosperità: sono i tre pilastri della presidenza italiana del G20, le tre stelle polari, che ci guideranno fino al vertice finale dei leader il 30 e 31 ottobre che ospiteremo a Roma, la città eterna, la capitale d’Italia, dove raccoglieremo i frutti di questo nostro impegno”.

A 40 anni dal primo G7 che si tenne a Venezia, il governo italiano affronta la sfida della presidenza del forum che vede presenti tutti i Paesi più industrializzati e le economie emergenti come India e Brasile. Il passaggio di consegne tra la presidenza dell’Arabia Saudita e quella italiana si è svolto domenica 22 novembre al Vertice di Riad, che si è tenuto in formato virtuale.

“Dopo i lustri da Capitale europea della Cultura, Matera si trova nuovamente proiettata sulla scena internazionale – ha dichiarato il sindaco, Domenico Bennardi -. Ogni cittadino materano può sentirsi orgoglioso ed emozionato per questa scelta, fortemente voluta e sostenuta dal ministro Di Maio, e che ci dà una nuova e straordinaria occasione per simboleggiare una realtà proiettata nel futuro, orgogliosa delle proprie radici. La nostra città ha una identità che la distingue indiscutibilmente da tutte le altre, con il suo patrimonio, la sua storia e i valori positivi che porta con sé: è grazie a questa reputazione che potrà ospitare un appuntamento di respiro globale che riunirà trenta delegazioni dei Paesi più importanti del mondo. L’Italia non ha mai ospitato un evento di tale portata, il fatto che il palcoscenico sarà proprio Matera, ci deve far cogliere l’importanza di questo appuntamento, anche per i temi che vengono trattati: sarà, infatti, il G20 della ripartenza dopo la pandemia mondiale, che porterà all’attenzione dell’opinione pubblica iniziative e soluzioni a livello globale. In questi mesi che ci separano dal G20 – ha concluso il sindaco Bennardi -, dobbiamo avere la capacità di affrontare con successo anche le sfide più impegnative per l’organizzazione dell’evento, insieme al Governo e insieme a tutte le risorse del territorio”.

L’idea di tenere il G20 a Matera risale al 10 ottobre scorso, quando il titolare della Farnesina, Luigi Di Maio, prese parte al tavolo di confronto con l’Amministrazione comunale appena insediatasi, insieme ad altri rappresentanti del Governo italiano. Nella sala Mandela del municipio – alla presenza del viceministro dell’Interno, Vito Crimi, del sottosegretario al Ministero dell’Interno Carlo Sibilia, del sottosegretario al Ministero dello Sviluppo Economico, Mirella Liuzzi, e del viceministro dell’Economia e delle Finanze, Laura Castelli – era stata avanzata la proposta con l’obiettivo di far conoscere sempre di più Matera nel mondo.

G20 a Matera: tutte le sedi dei vertici mondiali

Dopo il primo incontro nel dicembre 1999 a Berlino, a cui parteciparono I ministri delle Finanze e i banchieri centrali dei Paesi membri, i successivi incontri hanno avuto luogo a Montréal (2000), Ottawa (2001), Nuova Delhi (2002), Morelia (2003), nuovamente a Berlino (2004), poi Pechino (2005), Melbourne (2006), Città del Capo (2007), San Paolo (2008).

Dal 2008, in seguito alla grande recessione, è stato tenuto il primo vertice dei capi di Stato a Washington nel mese di novembre.

Data Nazione ospitante Presidente Sede
14 – 15 novembre 2008  Stati Uniti George W. Bush Washington D.C.Distretto di Columbia
2 aprile 2009  Regno Unito Gordon Brown LondraInghilterra
24 – 25 settembre 2009  Stati Uniti Barack Obama PittsburghPennsylvania
26 – 27 giugno 2010  Canada Stephen Harper TorontoOntario
11 – 12 novembre 2010  Corea del Sud Lee Myung-bak Seul
3 – 4 novembre 2011  Francia Nicolas Sarkozy CannesProvenza-Alpi-Costa Azzurra
18 – 19 giugno 2012  Messico Felipe Calderón Los CabosBassa California del Sud
5 – 6 settembre 2013  Russia Vladimir Putin San PietroburgoDistretto Federale Nordoccidentale
15 – 16 novembre 2014  Australia Tony Abbott BrisbaneQueensland
15 – 16 novembre 2015  Turchia Recep Tayyip Erdoğan AdaliaRegione del Mar Mediterraneo
4 – 5 settembre 2016  Cina Xi Jinping HangzhouZhejiang
7 – 8 luglio 2017  Germania Angela Merkel Amburgo
30 novembre – 1º dicembre 2018  Argentina Mauricio Macri Buenos Aires
28 – 29 giugno 2019  Giappone Shinzō Abe OsakaKansai
21-22 novembre 2020 Arabia Saudita Salman Riad

Nel 2021, il Vertice finale si terrà a Roma il 30 e 31 ottobre, mentre il 28, 29 e 30 giugno Matera ospiterà il G20 dei ministri degli Esteri.