Home Cronaca Altamura – Grave impennata covid nella capitale dell’Alta Murgia circa 2000 casi

Altamura – Grave impennata covid nella capitale dell’Alta Murgia circa 2000 casi

Invito alla popolazione a rispettare le norme di sicurezza ministeriali

Giovanni Mercadante

foto di copertina: Piazza Duomo deserta al tempo del covid/sabato 29.11.2020

Sabato e domenica strade deserte – la pioggia battente ha frenato d’incanto la circolazione stradale. Resta alta l’apprensione per la diffusione del covid. 

Dopo l’appello della sindaca avv. Rosa Melodia attraverso l’audio video lanciato via facebook sabato scorso  dalla sua pagina istituzionale, si accoda l’invito della Protezione civile.

Come già segnalato ieri (29.11.2020) attraverso queste colonne c’è un ulteriore aggravamento della  pandemia su tutto il territorio dell’Alta Murgia. Un’impennata che deve far riflettere tutta la comunità murgiana.

Il Capo della Protezione civile, Commissario Angelo Tragni, invita  la popolazione a circolare secondo le  restrizioni imposte dal Ministero della Sanità; sta nella sensibilità dei cittadini a circoscrivere il contagio e a limitarne la diffusione.

Le Forze dell’ordine hanno il dovere di sanzionare chi non rispetta le disposizioni. Siamo in piena emergenza – ha fatto eco il Comandante della Polizia locale Ten. Col. Michele Maiullari – ed ogni falla che si apre, ci sono le conseguenze delle criticità ormai di dominio pubblico, perché l’ospedale della Murgia non può fronteggiare.

Secondo i dati ufficiali  in possesso della Protezione civile e comunicati alla nostra redazione locale, nelle prime ore di ieri domenica 30 novembre 2020  il numero persone coinvolte nella drammatica situazione covid era il seguente:

492 casi positivi nell’ultima settimana per un totale di 1996 casi; 13 decessi; 12 ricoverati,  più 5 gravi in rianimazione.

Gli uomini della Polizia locale sono quotidianamente impegnati sul territorio vigilando su  esercizi pubblici, strade, giardini, ed altre aeree che possano facilitare gli affollamenti. Per attenzionare questa situazione, sono stati accantonati momentaneamente tutti gli altri servizi di routine.

                                  Commissario Angelo Tragni

Nelle ultime settimane sono state sanzionati numerosi automobilisti ed esercizi pubblici con contravvenzioni da un minimo di 400,- euro a  importi più elevati dovuti ad assembramenti, a chi era sprovvisto di mascherina ed per alcuni esercenti per mancato rispetto della chiusura domenicale.

                       La grande arteria di via Selva completamente deserta

Il Comando dei Vigili urbani è sotto pressione perché sono stati individuati tre soggetti positivi, di cui due fortunatamente guariti mentre l’altro è sotto osservazione. Altri circa  12-13 unità sono in quarantena a casa. Veramente drammatica la situazione. Il personale insomma, è sotto organico. Tuttavia nonostante tutte queste difficoltà logistiche, aggiunge il Comandante  M. Maiullari, “siamo soddisfatti dell’operato degli uomini in servizio che con spirito di collaborazione e di abnegazione contribuiscono con la loro presenza a garantire l’ordine sul territorio”.

Sul fronte ambientale, aggiunge il  Commissario A. Tragni, sono state registrate 40 infrazioni riguardanti l’abbandono di rifiuti, ai cui soggetti verrà notificato il relativo verbale con l’impegno di bonificare le aree compromesse.

Le sanzioni vanno da un minimo di 600,- euro ad un massimo di 3.000,- per chi non provvederà nei tempi  e secondo le modalità previste. Nota dolente di questi importi è che vanno a finire nelle casse della città metropolitana e non  si sa che fine fanno. Le fototrappole vengono ordinate e pagate dal Comune di Altamura; perché gli introiti delle multe vanno nelle casse della città metropolitana non si sa.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui