Aliandro: “Poco conta se la firma antepone il cognome al nome”

Politica regionale, nazionale e internazionale

POTENZA – In merito all’articolo pubblicato in data odierna dalla testata giornalistica “Le Cronache LUCANE” a pagina 5 con ampio richiamo in prima pagina, dal titolo: “Il giallo della firma di Aliandro” recante il sottotitolo: “La delega in favore del collega Coviello con una sottoscrizione che appare posticcia” e all’interno: “Coviello, Aliando e la delega. È giallo nella quarta commissione”, nel quale artatamente si ipotizzano gravi reati al fine di screditare l’operato e la buona fede del consigliere regionale Aliandro, con conseguente gravissimo danno all’immagine.

Si precisa quanto segue; premesso che: il consigliere regionale Gianuario Aliandro non è stato contattato dalla suddetta testata giornalistica per verificare quanto asserito in modo errato all’interno dell’articolo a pagina 5 e premesso ancora che, come da atti ufficiali, la firma attenzionata dal quotidiano e che viene definita “lo scippo” è regolare in quanto il consigliere Aliandro, come riportato in coda all’articolo ha ufficialmente delegato il capogruppo Tommaso Coviello con sottoscrizione originale della sua firma.

Poco conta, a questo punto, se la firma del consigliere Aliandro antepone o meno il cognome al nome.

Gianuario Aliandro