Politecnico di Bari. Nove tappe d’ascolto per redigere il Piano Strategico 2021-2023

Cronaca

Verso Poliba 2023 all’insegna di Benessere, Qualità, Sviluppo

Oggi, 26 novembre, ore 17.00, online, il primo dei tre degli incontri rivolti al territorio sul tema la “Qualità”

BARI – Un percorso di nove tappe, cominciato lo scorso 12 novembre, sta contribuendo a disegnare il progetto che il Politecnico di Bari intende attuare nel prossimo triennio. E’ il Progetto del Piano strategico d’ateneo 2021-2023, documento chiave, strategico appunto, su cui si incentrano, programmi, entusiasmi, coinvolgimenti, novità e, naturalmente, molto lavoro. Un progetto, inedito nelle modalità, che vuol essere nuovo, corale dall’inizio, attraverso l’ascolto, le proposte, il coinvolgimento interno (delegati, docenti, tecnici, amministrativi, bibliotecari) su temi quali: “rapporti con il territorio” (12 novembre); “ricerca e Terza missione” (17 novembre); “didattica e servizi agli studenti” (19 novembre); “formazione di qualità” (20 novembre); “ricerca e internazionalizzazione” (24 novembre e 27 novembre); ed esterno, in tre tappe, a cui è invitato il territorio, i suoi rappresentanti, e più in generale i portatori d’interesse, pubblici e privati, verso la comunità scientifica del Poliba. Su tutto il percorso in atto, per essere all’altezza del domani prossimo, post pandemia, capeggiano le tre bandiere che vogliono caratterizzare il Piano Strategico del Poliba 2021-2023: Benessere, Qualità, Sviluppo.

Intanto, domani, giovedì, 26 novembre, alle ore17.00, sulla piattaforma Teams e in live streaming, sulla pagina Facebook del Politecnico di Bari (@PolibaOfficial), è in programma il primo dei tre appuntamenti pubblici.

Focalizzato sul tema della “Qualita”, un Politecnico di qualità, porrà attenzione alle specifiche sfide dei  prossimi anni: dalla transizione digitale ed energetica alle aree di sviluppo della didattica; dalla formazione continua alle attività di placement nel rapporto con il territorio; dal potenziamento del trasferimento tecnologico all’orientamento verso percorsi educativi nelle materie del futuro (STEM). L’incontro, prioritariamente dedicato all’ascolto delle parti interessate esterne e moderato dal direttore del TG Norba, Vincenzo Magistà,  prevede interventi programmati dei Delegati del Rettore a cui seguiranno i contributi esterni e si concluderà con un dibattito entro le ore 19.00. È comunque possibile dare il proprio contributo inviandolo via mail, a versopoliba2023@poliba.it o utilizzando la chat disponibile nell’evento. Intanto, alla vigilia del primo incontro pubblico, si registrano numerose richieste di partecipazione: dai rappresentanti dei distretti produttivi alle aziende agli ordini professionali alla Confindustria.

Sull’iniziativa, così il Rettore del Poliba, Francesco Cupertino: “Attraverso le nostre attività sosteniamo lo sviluppo sociale ed economico del nostro territorio e ci consideriamo protagonisti dei grandi processi di trasformazione e innovazione. Il Politecnico di Bari è, e rimarrà, al fianco delle Imprese e delle Istituzioni nell’incessante lavoro teso a creare “Futuro” per le prossime generazioni. Mai come in questo periodo storico le sinergie fra Accademia, tessuto imprenditoriale e Istituzioni potrebbero fare la differenza. Dobbiamo farci trovare pronti a sfide inimmaginabili fino ad un anno fa. È il momento di moltiplicare gli sforzi, ognuno nel proprio ruolo, per definire una visione comune che possa accelerare la ripartenza”.

I prossimi due tavoli tematici d’ascolto aperti al territorio sono in programma con pari modalità, martedì, 1 dicembre, ore 17.00, sul tema “Benessere” – rapporti con il territorio (al quale parteciperà il Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, il Sindaco di Bari, Antonio Decaro, il Sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci), moderatore, Giancarlo Fiume, caporedattore, TGR Puglia Rai e giovedì, 3 dicembre, alla stessa ora, sul tema “Sviluppo” – il Politecnico per lo sviluppo del territorio e il dialogo con le imprese”, moderatore, Giuseppe De Tomaso, direttore de La Gazzetta del Mezzogiorno.

Invito_stakeholder_esterni_versopoliba2023