Bari: obiettivo espugnare Caserta

Sport & Motori

L’obiettivo di oggi al “Pinto” di Caserta è quello di riscattare la sconfitta contro la Ternana, naturalmente espugnando il capoluogo campano. Il Bari ci proverà con Gaetano Auteri in panchina il quale, finalmente, è risultato negativo anche al secondo tampone tanto che ieri sera si è unito al gruppo della squadra nel ritiro. Dunque, il tecnico siciliano siederà regolarmente in panchina. Anche Minelli è risultato negativo al secondo tampone, quindi anche lui si può unire al gruppo anche se oggi non è stato convocato. Per il giovane difensore occorreranno ancora dei giorni per rimettersi al passo dei compagni. Son due belle notizie.

Il Bari non può più sbagliare, occorre inseguire senza freni al Ternana, sperando in un suo passo falso oggi contro il Teramo che fa visita gli umbri così da poter, eventualmente, accorciare ulteriormente le distanze, in attesa che gli umbri risposino così da starle a ridosso, ma è solo ipotesi, non una certezza per la quale, a prescindere, il Bari ha l’obbligo di provarci.

Vincere a Caserta, dunque, questo è l’obiettivo dei biancorossi che, statisticamente, hanno raccolto più punti di tutte in trasferta – tredici in sei gare – contro i due pareggi ottenuti dai campani che non hanno ancora vinto in casa. Ma per conquistare la Reggia il Bari deve cercare di colmare le sue lacune e correggere i suoi limiti. Troppe le amnesie in difesa, troppi i cali di concentrazione e di intensità quando invece, una squadra come quella barese, dovrebbe comandare sempre il gioco perché gli elementi e le qualità non le mancano. Purtroppp si trata di uan patologia costante che si ripropone puntualmente durante le partite.

Auteri, anche in virtù della difesa decimata, potrebbe proporre un nuovo modulo, un 4-4-2, che, però, in alternativa, potrebbe utilizzare a sfida in corso.

I dubbi riguardano il centrocampo (come sempre, del resto), con Maita, unico irremovibile, e uno tra Bianco, De Risio e Lollo sempre che, come detto, non si opti per un cambio di modulo, ed in tal caso Corsinelli potrebbe entrare in gioco lasciando il solo Hamlili in panchina, oppure con D’Orazio sulla sinistra ed un altro centrocampista a far compagnia ad Hamlili, mentre in difesa, stante l’indisponibilità di Perrotta squalificato, occorrerà capire in che condizione è Sabbione, perché se dovesse rendersi indisponibile quanto meno dall’inizio, Auteri ricorrerebbe ad una difesa inedita con Ciofani, Celiento e Di Cesare o, col 4-4-2, modificarla con quattro difensori coi tre già descritti con l’aggiunta di D’Orazio o Semenzato come quarto. In attacco dovrebbe essere confermato Antenucci nonostante non sia in gran forma, in alternativa c’è Montalto. D’Ursi, Candellone, Citro e Simeri si giocano due maglie con il 3-4-3, solo una se si dovesse optare per il 4-2-2,

Massimo Longo