Forza Italia, Ravetto e altri due deputati passano con la Lega

Politica regionale, nazionale e internazionale

Tre deputati di Forza Italia alla Camera passano al gruppo parlamentare della Lega. Sono Laura Ravetto, Federica Zanella e Maurizio Carrara. Ne danno notizia gli stessi deputati sottolineando: “abbiamo deciso di impegnarci in politica in tempi e modi diversi, convinti che i valori e i programmi del centrodestra siano la risposta giusta per il Paese. Ringraziamo Silvio Berlusconi per averci dato la possibilità di tradurre le nostre competenze e il nostro ‘sentire’ in azioni politiche concrete. In qualità di eletti su collegi uninominali con i voti di tutto il centrodestra tuttavia viviamo con disagio le sempre piu’ ampie aperture al Governo e gli ammiccamenti con il Partito democratico”.

“Prendiamo atto che Forza Italia – prosegue la nota – ha altresì perso quella forza propulsiva che l’aveva portata ad essere luogo di aggregazione per tutto il centrodestra e riteniamo che quel luogo di aggregazione sia oggi rappresentato dalla Lega di Matteo Salvini che crediamo possa essere il miglior interprete di quella rivoluzione liberale i cui valori sono più che mai attuali e necessari, noncè’ il Partito con cui meglio portare avanti con coerenza quel programma unitario su cui abbiamo ‘messo la faccia’ in campagna elettorale, e che non vogliamo tradire. Per tutti questi motivi aderiamo convintamente al gruppo della Lega certi che – in tale gruppo – ci verrà data la possibilità di continuare a portare avanti al meglio le battaglie politiche in cui abbiamo sempre creduto e che ci hanno caratterizzati in aula e sui territori”.

“Da oggi comincia una nuova sfida politica”. Lo scrive su Twitter Laura Ravetto, passata oggi da Forza Italia al gruppo della Lega alla Camera. L’ex azzurra accompagna il post con una foto che la ritrae con Matteo Salvini. Il cinguettio è stato poi ripresto dal profilo ‘Lega -Salvini premier’ con un “Benvenuta”.

“Era così allora, è così oggi”. Lo ha scritto su facebook Luigi Di Maio, ministro degli Esteri ed esponente M5s postando un articolo del marzo 2018 dal titolo: “Berlusconi chiama, Di Maio si nega al telefono: ‘No, grazie’”, a proposito di un ingresso di Forza Italia in maggioranza.

“Bisogna avere la proverbiale pazienza di Giobbe per sopportare l’infantile scivolata di Luigi Di Maio che millanta inesistenti desideri di Forza Italia di entrare in maggioranza. In un momento gravissimo certe dichiarazioni non solo non fanno sorridere, ma fanno pena come chi le pronuncia. Forse manca solo il sanscrito tra le lingue conosciute dall’umanità per ribadire che: Forza Italia non andrà mai al governo ne’ entrerà in maggioranza con chi come i 5Stelle rappresenta mondi lontanissimi dove regnano incompetenza, odio e invidia sociale al pari delle sinistre variegate che si accompagnano con loro in questo momento nel nome del poltronismo più bieco”. Così in una nota Giorgio Mulè, deputato di Forza Italia e portavoce dei gruppi azzurri di Camera e Senato.