Gli industriali pugliesi al presidente Emiliano: è urgente la composizione della nuova giunta

Diritti & Lavoro

L’invito degli industriali pugliesi al presidente emiliano: è urgente la composizione della nuova giunta

BARI – “Non è più possibile temporeggiare.  È fondamentale, in questa situazione di estrema emergenza, la presenza di una Giunta e di un Consiglio regionale che possano, legittimamente, operare nel pieno delle proprie funzioni”.

Lo chiedono alla Regione Puglia e, in particolare al Presidente dell’esecutivo, Michele Emiliano, gli industriali pugliesi.

“Sono trascorsi quasi due mesi dalle elezioni regionali” – sottolinea il Presidente di Confindustria Puglia Sergio Fontana – “abbiamo estrema necessità di riprendere quanto prima l’interlocuzione istituzionale in un clima costruttivo, con una visione di sistema e un linguaggio unico da parte delle Amministrazioni centrali e locali.

L’esito della consultazione elettorale è stato in totale continuità con l’amministrazione precedente e il sistema imprenditoriale pugliese è al fianco del Presidente Emiliano per una rapida ripartenza.

La complessità e l’ampiezza dei problemi posti dalla pandemia, infatti, richiedono impegni sinergici per far ripartire la nostra economia: è importante che tutte le forze politiche, le organizzazioni sindacali e di rappresentanza delle imprese condividano obiettivi comuni.

Bisogna tornare ad avere un’operatività efficace, sia amministrativa che legislativa, per cercare di arginare le conseguenze che questa emergenza sta provocando e tornare a dialogare per affrontare le urgenze della nostra regione e del nostro sistemo economico e produttivo.

Ci auguriamo, che il Governo nazionale non replichi misure regionali che sono state molto apprezzate dai nostri imprenditori, quali Nidi, Contratto di programma e Titolo II replicati rispettivamente dalle misure nazionali Resto al Sud, Contratto di sviluppo e Sabatini.

In previsione dei fondi del Recovery fund, l’auspicio è quello di superare sterili e annose contrapposizioni su temi strategici per il futuro della Puglia, dall’Ilva al TAP fino alla scuola per farla crescere, in Europa e nel Mediterraneo, e dotare territori, imprese e comunità delle infrastrutture necessarie.

Il Presidente Fontana ricorda che “il sistema imprenditoriale ha bisogno di poter contare su interlocutori certi. Attendiamo la nomina degli assessori che possano dare seguito, in maniera concreta, alle istanze del mondo produttivo”.