Africa. L’unica giraffa bianca conosciuta al mondo dotata di tracker per scoraggiare i bracconieri

Ambiente & Turismo

L’unica giraffa bianca conosciuta al mondo è stata dotata di un dispositivo di localizzazione GPS per tenere a bada i bracconieri nel nord-est del Kenya, dicono gli ambientalisti.

Un gruppo di conservazione ha detto che i ranger potrebbero monitorare i movimenti della giraffa maschio solitario in tempo reale.

La giraffa ha una rara condizione genetica chiamata leucismo, che causa la perdita della pigmentazione della pelle.

Si pensa che sia l’ultimo della sua specie, dopo che i bracconieri hanno ucciso due membri della sua famiglia a marzo.

I ranger temono che la giraffa possa subire la stessa sorte dei suoi parenti, una femmina e il suo piccolo di sette mesi con una pelle bianca simile.

Le loro carcasse sono state trovate in un’area protetta nel nord-est della contea di Garissa, in Kenya, dove il maschio della giraffa vive attualmente da solo.

L’8 novembre, la Ishaqbini Hirola Community Conservancy, che sovrintende alla fauna selvatica della zona, ha affermato che il dispositivo di localizzazione è stato attaccato a una delle corna della giraffa.

In una dichiarazione rilasciata martedì, il gruppo senza scopo di lucro ha affermato che il dispositivo di localizzazione fornirà aggiornamenti ogni ora sulla posizione della giraffa, consentendo ai ranger di “mantenere l’animale unico al sicuro dai bracconieri”.

Il manager del gruppo, Mohammed Ahmednoor, ha ringraziato gli ambientalisti per il loro aiuto nella protezione della giraffa e di altri animali selvatici.

“La gamma di pascolo della giraffa è stata benedetta da buone piogge nel recente passato e l’abbondante vegetazione fa ben sperare per il futuro del maschio bianco”, ha detto.

La Kenya Wildlife Society, il principale ente di conservazione nel paese dell’Africa orientale, ha dichiarato di essere felice di aiutare negli sforzi per proteggere “la fauna selvatica unica come l’unica giraffa bianca conosciuta”.

Le giraffe bianche sono state avvistate per la prima volta in Kenya nel marzo 2016, circa due mesi dopo un avvistamento nella vicina Tanzania.

Un anno dopo, le giraffe bianche hanno fatto di nuovo notizia, dopo che la madre e il suo piccolo della conservancy nella contea di Garissa in Kenya sono stati ripresi dalla telecamera.

Originarie di oltre 15 paesi africani, le giraffe sono i mammiferi più alti del mondo. Sono cacciati dai bracconieri per le loro pelli, carne e parti del corpo.

Circa il 40% della popolazione di giraffe è scomparsa negli ultimi 30 anni, con il bracconaggio e il traffico di animali selvatici che hanno contribuito a questo declino, secondo l’ Africa Wildlife Foundation (AWF) .

Le giraffe sono state designate come specie vulnerabili nella Lista Rossa dell’Unione Internazionale per la Conservazione della Natura (IUCN) , con una popolazione stimata di 68.293 a livello globale.