Io desidero ringraziare

Diritti & Lavoro

Un concorso letterario per gli studenti delle seconde e terze classi delle Medie di Alberobello per stimolare nei ragazzi l’amore per la lettura e la scrittura promuovendo l’espressione scritta in forma libera ed autentica. Si chiama «Io ringraziare desidero» ed è l’idea proposta dal Centro Informagiovani e dal Comune di Alberobello su iniziativa della cooperativa sociale «Itaca», ente gestore del Centro che è finanziato dall’assessorato alle Politiche giovanili. Il concorso è aperto a tutti gli studenti di seconda e terza media dell’Istituto comprensivo «Morea-Tinelli» di Alberobello guidato dalla dirigente scolastica, Giusi Landi.

Per partecipare al concorso è necessario iscriversi e inviare contestualmente l’elaborato entro e non oltre il 20 dicembre 2020, tramite e-mail (informagiovanialberobello@gmail.com). La partecipazione è gratuita. I testi devono essere inediti e redatti in lingua italiana. Sono ammessi soltanto elaborati individuali (non a coppie o in gruppo). Ciascun concorrente può presentarsi con un solo testo. Ciascun elaborato non deve superare due cartelle (30 righe per foglio) in formato word. In palio ci sono tre buoni di 250, 150 e 100 euro da spendere in acquisto di beni tecnologici. «Il titolo del concorso vuole approfondire il tema della gratitudine che a livello letterario ha attraversato la storia dell’umanità dal “Cantico dei Cantici” di San Francesco D’Assisi a Borges, a Mariangela Gualtieri – spiega l’assessore alle Politiche Giovanili, alla Pubblica Istruzione e alla Cultura, Alessandra Turi –. Ringraziare è prima di tutto un atto di umiltà». «Ogni partecipante – dicono dalla cooperativa Itaca – potrà scegliere liberamente un personaggio famoso , di fantasia, o che fa parte della propria vita quotidiana e ringraziarlo attraverso una lettera per il contributo offerto alla sua esistenza e per la capacità che ha di stimolare in sé emozioni e riflessioni.

Scrivere una lettera è riscoprire il fascino di un gesto antico, che non è solo comunicazione con l’altro ma anche momento di meditazione e di riflessione con se stessi. Il concorso è il naturale proseguimento delle precedenti edizioni del laboratorio ludico-didattico Il nove più due zeri». La Cooperativa sociale Itaca è presente sul territorio da oltre venti anni ed è un punto di riferimento nella gestione di servizi per ragazzi e giovani del Comune. Le attività in programmazione offrono servizi integrati per minori per accrescere la promozione culturale e l’inclusione sociale, coinvolgendo target di popolazione giovanile a rischio di dispersione scolastica.