Prima dell’ultimo fischio

Arte, Cultura & Società

(commento al Vangelo della 32a Domenica del Tempo Ordinario)

I fiori tra i capelli, i vestimenti raffinati, le lampade accese nella notte… Leggiadre come angeli, avanzavano le Vergini incontro allo Sposo in un’atmosfera da sogno.

Ben presto però, si resero conto, che non c’era nessuno Sposo ad attenderle, le fiammelle si consumavano e le fanciulle, perdute le speranze, si lasciarono vincere dal sonno.

Ma è proprio quando non te lo aspetti, è nel cuore della notte che arriva Lui! È come un treno che non puoi perdere, perché passa UNA VOLTA SOLTANTO☝🏻e non aspetta oltre…se ne va.

Guardati! Guarda la tua lucerna, è spenta! Non fa più luce! Non ha abbastanza olio! Quell’olio che avresti dovuto versare sulle ferite di chi aveva bisogno di te, quell’olio che avrebbe dovuto accendere la tua Fede nel Signore, quell’olio di Letizia che avresti dovuto donare a tutti…quello era il tuo biglietto per il Paradiso!

Non puoi chiederne in prestito ad altri!☝🏻Svegliati!0☝🏻 Corri!☝🏻Devi tornare indietro!☝🏻Riempi d’olio il tuo vaso, fallo traboccare d’Amore, fai brillare il tuo cuore, prima che sia troppo tardi.. prima che il treno, abbia lanciato IL SUO ULTIMO FISCHIO!

#Luminosa Settimana A tutti🤗

Marianna Giuliano