“Basta partigianerie, uniti contro il Covid”, ha detto Sergio Mattarella

Diritti & Lavoro

Visita a sorpresa del capo dello Stato a Castegnato, nel bresciano, dove due mesi fa fu trafugata una stele in memoria dei caduti per il virus. “Sono venuto qui per rivolgere il pensiero ai tanti morti in solitudine”

©  Afp – Sergio Mattarella

AGI – “Ricordare i nostri morti è un dovere che va affiancato dal dovere della responsabilità di proseguire nell’impegno per contrastare e sconfiggere questa malattia così grave mettendo da parte partigianerie, protagonismi ed egoismi per unire le risorse di tutti e di ciascuno, quale che sia il suo ruolo e quali che siano le sue convinzioni, nell’obiettivo comune di difendere la salute delle persone e di assicurare la ripresa del nostro Paese”. Lo ha detto  Sergio Mattarella, dopo aver deposto una corona al cimitero di Castegnato, nel bresciano, luogo dove due mesi fa fu trafugata una stele in memoria dei caduti per Covid.

“In questi giorni dedicati al loro ricordo – ha aggiunto il presidente – sono venuto qui per rivolgere il pensiero a tutti i defunti e, tra di loro, alle vittime del coronavirus, ai tanti morti in solitudine”.