Il lockdown selettivo e la mia storiella

Cronaca

I ricercatori dell’Ispi: “Urgente discutere di un lockdown selettivo per età. Soluzione complessa, ma è sbagliato scartarla: tenere a casa gli over 60 ridurrebbe le vittime ad un decimo e allontanerebbe la chiusura generalizzata”.

Mi è tornata alla mente una storiella che inventai per i miei alunni, quando insegnavo in una scuola media di Carrara. Una terribile epidemia minacciava di eliminare dalla terra l’intero genere umano. Un grande scienziato arrivò alla conclusione certa che una forte dose del virus iniettata in un bambino perfettamente sano, avrebbe prodotto un potente vaccino per la salvezza di tutti. Il problema era la morte inevitabile del bambino. Ma quale bambino poi? Il bambino di chi? Si sarebbe tirato a sorte? Non ricordo quanti ragazzi ritennero giusto il sacrificio di un bambino. Spiegai loro che la legge morale non permetteva che si uccidesse un innocente per la salvezza di tutti.

La legge morale non permette di togliere la libertà a qualcuno per il vantaggio di tutti.

Renato Pierri