Superati i 1000 parti al Mater Dei Hospital. Sono più maschi che femmine

Cronaca

Dal primo gennaio 2020 ad oggi, sono più di mille i nati nel reparto di Ostetricia e Ginecologia del Mater Dei Hospital diretto dal dott. Giuseppe Caringella.

Un risultato che fa ben sperare in un periodo così difficile e complicato per le nostre vite a causa della pandemia.

Un traguardo raggiunto grazie al grande lavoro del team multidisciplinare che coinvolge professionalità tra ginecologi, ostetriche, anestesisti, puericultrici e personale sanitario. Un gruppo di lavoro che fa dell’accoglienza e del supporto alle future e neo mamme, in un momento così delicato e fragile per loro, il suo punto di forza.

Sostegno manifestato anche durante il lockdown con il corso on line gratuito di accompagnamento al parto – CAN -, e una linea telefonica dedicata dove medici ed ostetriche rispondevano ai tanti dubbi e domande, generate anche dall’ansia per il Covid-19.

Qualche dettaglio sui numeri dei parti:

600 sono i parti spontanei di cui 14 operativi (con ventosa),

430 i parti con taglio cesareo,  di cui 14 gemellari,

541 sono i nati maschi

497 le nate femmine

L’attività del reparto continua incessante, sempre pronta  ad accogliere, in sicurezza, nuove vite e con ancora più vicinanza alle donne che per le disposizioni anti-covid, non possono avere vicino il  proprio compagno.