Il viaggio del fumetto italiano nei Paesi Nordici

Esteri

In occasione della XX Settimana della Lingua Italiana nel mondo, gli Istituti Italiani di Cultura di Copenaghen, Helsinki, Oslo e Stoccolma portano il Fumetto al Nord: un viaggio nel fumetto italiano contemporaneo con approfondimenti e interviste, da lunedì 19 a mercoledì 28 ottobre sulle piattaforme social.

La data con cui convenzionalmente si fa nascere il fumetto italiano è il 1908, con l’uscita del primo numero del Corriere dei Piccoli. All’epoca i fumetti si trovavano solo in edicola ed erano rivolti soprattutto ai bambini; oggi invece si trovano anche in libreria, ai festival, sui blog e sui social network, e raccontano storie per i più piccoli, per gli adolescenti e per gli adulti.

Dai bestseller di Zerocalcare alle fanzine autoprodotte, il fumetto italiano contemporaneo racconta il mondo che lo circonda: immagini e parole per disegnare romanzi, raccontare storie vere, commentare fatti di cronaca e tracciare diari di viaggio. Nello spazio bianco tra una vignetta e l’altra si sognano personaggi, storie, paesaggi, scoprendo – o riscoprendo – nuovi mondi e nuove culture.

Negli ultimi anni, i fumettisti italiani hanno scoperto i Paesi Nordici. Il fascino del Nord si è insinuato nell’immaginario degli autori della nona arte, sotto forma di dettagliati reportage o di storie ispirate all’arte locale. Il rapporto con la Natura si mescola alle diversità culturali e linguistiche nei reportage di viaggio; il paesaggio a tratti fantastico diventa omaggio sentito all’espressionismo pittorico.

Per dieci giorni, gli Istituti italiani di cultura di Copenaghen, Helsinki, Oslo e Stoccolma ospiteranno sulle loro pagine Instagram, Facebook, Twitter e sui canali YouTube le fumettiste e i fumettisti che hanno scelto di raccontare le storie del nord Europa: un percorso tra fumetto popolare, graphic novel e autoproduzioni, con focus per conoscere parole e realtà della nona arte italiana.

Da lunedì 19 a mercoledì 28 ottobre, il fumetto italiano si incontra al Nord.

Autrici e autori coinvolti:

Paolo Bacilieri e Mauro Boselli con Il Re della Montagna, in Dampyr Magazine 2016
Laura Camelli (La Came) con Suomi
Paolo Castaldi con Zlatan. Un viaggio dove comincia il mito
Epi (Elisabetta Percivati) con Takk. Perdersi in Islanda
Marco Lanza (Marcus) con Sorrisi e Salmoni
Giorgia Marras con Munch Before Munch
Mario Natangelo con Un vignettista nel villaggio di Babbo Natale e Io, Santa Claus
Alessandro Ripane con H – L’anatroccolo che voleva essere una sirena.

Luoghi della mostra virtuale: le pagine Instagram, Facebook, Twitter e i canali YouTube di IIC Copenaghen, IIC Helsinki, IIC Oslo, IIC Stoccolma