A Bari, al Mater dei Hospital, screening gratuiti per tutto il week end, con Tennis & Friends e Sos Villaggi dei bambini

Sport & Motori

La prevenzione non va in lockdown alla manifestazione tennis & friends 2020 un messaggio di cura e protezione.Tutti con le mascherine e un video di Sos Villaggi dei bambini 

Il 17 e 18 ottobre si terrà a porte chiuse la 10a edizione della manifestazione dedicata alla cultura della prevenzione e dello sport. 17 strutture sanitarie e 71 ambulatori saranno aperti per screening gratuiti e visite specialistiche, tra Roma, Milano, Napoli, Palermo, Bari, Benevento e Castellammare di Stabia. Sui canali social e sul sito www.tennisandfriends.it il pubblico potrà seguire la diretta streaming dal Foro Italico di Roma, dove SOS Villaggi dei Bambini sarà presente con un gesto concreto e simbolico: un video e le mascherine brandizzate per promuovere l’auto-protezione di adulti e bambini in tempi di pandemia. 

MILANOCi sarà anche SOS Villaggi dei Bambini alla 10a edizione di Tennis & Friends – Salute e Sport, uno dei più importanti eventi sociali nazionali nell’ambito della prevenzione in Italia, il 17 e 18 ottobre con una edizione speciale trasmessa dal Foro Italico di Roma in live streaming dal sito www.tennisandfriends.it e dalla pagina Facebook dell’evento.

SOS Villaggi dei Bambini è da sempre impegnata nella prevenzione e nella promozione della salute di bambini e ragazzi, in Italia e nel mondo, e quest’anno sarà presente con un gesto semplice ma fondamentale come la distribuzione di mascherine brandizzate. Nel corso della pandemia, l’Organizzazione ha lavorato in modo proattivo per promuovere all’interno dei Programmi e dei Villaggi SOS l’utilizzo di dispositivi di protezione individuale, comprese mascherine e prodotti disinfettanti. Con l’obiettivo di promuovere comportamenti ispirati alla precauzione e alla prevenzione, SOS Villaggi dei Bambini ha prodotto mascherine brandizzate appositamente per la manifestazione e un video dedicato ai bambini per incoraggiare la solidarietà, creare un’esperienza condivisa e sostenere l’importanza della prevenzione attraverso questo gesto.

Prendersi cura e proteggere bambini e giovani è la nostra missione, è scritto nel nostro DNA”, afferma Roberta Capella, Direttore di SOS Villaggi dei Bambini Italia. “In questo particolare periodo, dopo la prima fase di emergenza Covid-19 e con il timore del dilagare di una seconda ondata di contagi, abbiamo dimostrato il nostro impegno nella tutela dei bambini, ma anche degli educatori, del personale e degli assistenti, realizzando e diffondendo le mascherine. Condividere insieme questa esperienza rafforza il messaggio che l’auto-protezione è di primaria importanza, oggi più che mai”.

Tennis & Friends da oltre nove anni promuove la cultura della prevenzione sanitaria: anche quest’anno sarà dunque possibile prenotare visite specialistiche gratuite sul sito www.tennisandfriends.it, per accedere agli ospedali che da Nord a Sud apriranno le porte al progetto. Sono 17 le strutture sanitarie coinvolte che erogheranno screening gratuiti e visite specialistiche a Roma, Milano, Napoli, Palermo, Bari, Benevento e Castellammare di Stabia, mentre saranno 71 gli studi medici aperti e attivi nelle diverse città, tra il 17 e il 18 ottobre.

Nel corso della due giorni, il pubblico da casa potrà poi seguire la manifestazione in diretta streaming sui canali social e sul sito www.tennisandfriends.it. Tanti i personaggi della cultura, dello sport e dell’intrattenimento coinvolti per un live ricco di approfondimenti sulle tematiche sanitarie e sociali e sulla cultura dello sport.

Durante il lockdown sono aumentati i decessi per tumori, malattie ematologiche e cardiovascolari. Con prudenza e nel rispetto delle regole, è necessario tornare a fare prevenzione garantendo la continuità dei percorsi di cura e degli screening – spiega il professor Giorgio Meneschincheri, ideatore dell’evento e presidente di Tennis & Friends.Riuscire a realizzare questa edizione speciale ha richiesto un grande impegno oltre che la collaborazione delle Istituzioni e di 17 strutture sanitarie in 7 città, di 5 regioni diverse. Il messaggio che vogliamo fare arrivare ai cittadini è che la prevenzione non può attendere che la pandemia sia finita”.ti in Calabria.