La Barcolana di Trieste

Diritti & Lavoro

TRIESTE  – “Il Protocollo stipulato da Regione Friuli Venezia Giulia e Barcolana per garantire il massimo contenimento del virus Sars-CoV-2 durante la manifestazione velistica è un motivo di vanto per la nostra comunità perché da un lato adottiamo misure più scrupolose di quelle previste a livello nazionale e dall’altro assicuriamo lo svolgimento in sicurezza di un evento che contribuisce a dare un segnale forte di futuro e di speranza”.

Così si è espresso il governatore del Friuli Venezia Giulia
Massimiliano Fedriga sulla sigla del Protocollo che dispone
misure specifiche per i partecipanti alla regata in programma nel
golfo di Trieste domenica 11 ottobre. Le procedure sono state
illustrate nel Palazzo della Regione in coda alla conferenza
stampa del governatore e del suo vice Riccardo Riccardi dedicata
alla campagna vaccinale in un punto informativo al quale è
intervenuto anche Mitja Gialuz, presidente della Società Velica
di Barcola e Grignano, organizzatrice della Barcolana.

Il Protocollo integra e affianca le misure già previste dalla
Federazione italiana vela in base alle quali tutti gli equipaggi
iscritti alla Barcolana dovranno misurare la temperatura dei loro
componenti e consegnare un’autocertificazione per valutare il
rischio di essere positivi al coronavirus prima dell’inizio della
regata. La mascherina dovrà essere indossata nel pre e nel post
gara. La novità del Protocollo Regione-Barcolana riguarda gli
equipaggi con 8 o più persone a bordo: ogni regatante, oltre a
compilare il questionario di autovalutazione, avrà l’obbligo di
inviare il proprio certificato Covid-19 all’indirizzo mail
barcolana@asugi.sanita.fvg.it, pena l’esclusione dalla regata. Il
certificato sarà quindi esaminato da Asugi (Azienda sanitaria
universitaria Giuliano Isontina) che ne verificherà la validità e
si raccorderà con la Svbg, la quale comunicherà agli armatori
l’esclusione delle persone positive o che non hanno né presentato
certificato né aderito allo screening.

Per i partecipanti alla Barcolana saranno predisposte tre sedute
per l’esecuzione del tampone antigenico con test rapido: giovedì
8 ottobre nella sede del Dipartimento di prevenzione ex Opp e
venerdì 9 e sabato 10 ottobre in un presidio sanitario allestito
al Molo IV. Il tampone negativo sarà richiesto anche a tutte le
imbarcazioni con stranieri. Anche a negatività comprovata,
naturalmente, andranno osservate tutte le misure standard
relative all’uso della mascherina, la misurazione della
temperatura corporea e il distanziamento sociale. Gli iscritti
alla Barcolana riceveranno, in ogni caso, comunicazione sulle
istruzioni relative allo svolgimento delle procedure addizionali
richieste agli equipaggi con 8 o più persone a bordo o con
componenti che provengano dall’estero.

“Vogliamo limitare al massimo i pericoli – ha concluso il
governatore Fedriga – e fare in modo che una manifestazione
bellissima come la Barcolana possa confermare il suo richiamo
internazionale tanto più in una fase così difficile”.