FdL 2020 Padiglione internazionalizzazione

Diritti & Lavoro

Emiliano: “I mercati esteri una grande opportunità per le nostre imprese. In crescita l’apertura internazionale della Puglia: nel 2019 sfiorati i 9 miliardi di euro di export, +19% rispetto al 2008”

Un padiglione interamente dedicato all’internazionalizzazione anche nell’edizione 2020 della Fiera del Levante. A volerlo la Regione Puglia (Sezione Internazionalizzazione), in collaborazione con Puglia Sviluppo, perché – come ha detto il presidente Michele Emiliano – “i mercati esteri sono una grande opportunità e continuano a rappresentare un’occasione importante di affari soprattutto quando i morsi della crisi si fanno più profondi”.

Tanti Paesi hanno chiesto di essere rappresentati nello stand dedicato all’internazionalizzazione (pad. 110): dall’Asia ai Balcani, dall’Europa al Medio Oriente e all’America Latina.

Ci sono Albania, Bielorussia, Bulgaria, Macedonia, Moldavia, Regno Unito, Repubblica Ceca, RomaniaUcraina, ma anche Azerbaigian, Cina, Taiwan, Hong Kong, Giappone Brasile. E, per la prima volta, Polonia Arabia Saudita.

“Questo padiglione- ha sottolineato Emiliano  è diventato negli anni un appuntamento fisso ricco di informazioni, servizi ed eventi. È un’occasione valida di promozione per molti mercati esteri e allo stesso tempo di conoscenza per le imprese pugliesi che vogliono esplorare le opportunità di nuovi mercati. Ma è anche un presidio di promozione della Puglia e delle opportunità che offre a chi vuole investire nel suo territorio.

Grazie ad iniziative come questa e ad un lavoro di promozione dell’internazionalizzazione svolto continuativamente negli anni da parte della Regione, è cresciuta l’apertura internazionale della Puglia con esportazioni che hanno sfiorato i 9 miliardi di euro nel 2019, in aumento del 19% rispettoall’anno pre-crisi globale, il 2008. È importante continuare su questa strada, seppur con tutte le precauzioni richieste dall’emergenza sanitaria”.

I Paesi citati saranno presenti nei Country Desk, allestiti nello stand 110, da lunedì 5 a venerdì 9 ottobre. Per gli operatori pugliesi c’è la possibilità di avere colloqui mirati con esperti di mercato come gli addetti commerciali delle Ambasciate o ireferenti delle Camere di Commercio miste per ricevere indicazioni approfondite sulle modalità per operare ed esportare nei Paesi delle aree geografiche più dinamiche al mondo.

Completeranno l’offerta i Desk delle istituzioni e dei principali enti strumentali nazionali e regionali che si occupano di internazionalizzazione e attrazione investimenti: Ice -Agenzia, Ministero dello Sviluppo economico, Puglia Sviluppo, Sace, Simest. Saranno presidiati da personale specializzato, disponibile ad incontrare le imprese pugliesi (sulla base di appuntamenti prefissati), fornire servizi di consultazione personalizzati e di “primo orientamento” per approcciare i mercati esteri e dare informazioni sugli incentivi regionali e nazionali a disposizione.

Sarà anche possibile partecipare a workshop, convegni, Forum Internazionali e Country Presentation. Tra questi l’International Forum “Business Focus Polonia, il convegno“Digital Export e le nuove frontiere dell’e-commerce”, il workshop ICE e SACE a supporto del territorio pugliese. Progetto Export Flying Desk”, l’International Forum “Business Focus Giappone, e il workshop Verso il Mediterranean Aerospace Matching 2021. Sono in programma inoltre le Country Presentation di Hong Kong, Bulgaria, Regno Unito, Repubblica Ceca, Ucraina e Azerbaigian.

Tra le attività previste anche spazi di comunicazione con i pugliesi nel mondo con l’obiettivo di mantenere la comunità regionale interconnessa, per consolidare le relazioni culturali, economiche e turistiche.

Per partecipare agli incontri con gli esperti di mercato e agli eventi in programma è necessario iscriversi compilando la scheda di adesione online sul portale www.interrnazionalizzazione@regione.puglia.it (sezione notizie).

In linea con le disposizioni della Regione Puglia per la prevenzione e gestione dell’epidemia da Covid-19, i posti in sala sono limitati: potranno partecipare un massimo di 2 persone per singola impresa o ente. Proprio in relazione alle limitazioni, gli eventi potranno essere seguiti anche in diretta streaming attraverso il link che sarà comunicato dopo l’iscrizione.

Per maggiori dettagli, per iscriversi agli eventi e per richiedere un incontro, il portale di riferimento è www.internazionalizzazione.regione.puglia.it.