Codice rosso in ospedale calabrese

Diritti & Lavoro

Riceviamo e pubblichiamo la nota di Domenico Sommella.

Sono due ospedali calabresi esattamente sono Ospedale Civile Guido Compagna ASP, di Corigliano Calabro (CS),  Ospedale Civile Nicola Giannettasio di Rossano.

Guarda caso questi due ospedali quando c’è un codice rosso non possono intervenire quindi.

Il paziente è stato ad entrambi i pronto soccorso ma nessuno dei due si è degnato di assisterlo in modo adeguato,come va assistito un qualsiasi per ammalato.

Ora io non riesco a capire perché uno in un ospedale quando c’è un codice rosso Non può essere assistito Questo è un aspetto che il governo dovrà chiarire e credo che il Ministro della Sanità speranza possa in qualche modo leggere questo articolo e non mandare solo gli ispettori che poi va tutto in bolle di sapone ma porre la questione in modo di affrontarla veramente.

Ora sappiamo che tutti gli ospedali del sud hanno carenze indescrivibili e del governo penso solamente ai bonus e quant’altro ma per gli ospedali non fa a praticamente nulla anzi verosimilmente non possiamo prendere con gli infermieri i dottori ,Anche perché in mancanza di personale fanno turni doppi e quindi praticamente può succedere non lo metto in dubbio ma può succedere che questi fatti si verificano,FATTI CHE NON DEVONO SUCCEDERE

Ma essendo un cittadino italiano come tanti altri ed avendo una sanità che il governo reputa efficiente ogni giorno assistiamo nel Centro Sud molti di questi casi non vengono mai messi alla luce,

La sanità italiana deve essere efficiente, e motivare tutti gli infermieri i dottori ed adeguando tutti gli ospedali di macchinari efficienti, personale efficiente ma soprattutto diminuire i tempi di esami ospedalieri per tutti gli italiani

qui la testimonianza di francesco raso il figlio del paziente in questione

Stiamo leggendo insieme con la mia compagna, il problema più grave… è che non esiste più umanità, stamani non hanno assistito a mio padre nemmeno per metterlo sulla barella per fargli la visita o per medicali, non riuscivano nemmeno a vedere la ferita dove persisteva… per di più nonostante tutto papà stava immobile sulla barella i dottori entravano e parlavano di altre cose, e mio padre stava aspettando lì immobile su una cazzo di barella nudo!

Fatta la visita non l hanno nemmeno medicato con codice rosso, ripeto con codice rosso è a rischio cancrena e non l’ hanno medicato.

Poi gli hanno riferito solo che non potevano intervenire perché non hanno l’attrezzatura e la sala di interventi, l’ ospedale stesso ha chiamato l’ospedale di Rossano, riferendo che avevano un paziente con codice rosso… E nel mentre Quelli di Rossano avevano risposto questo:

‘Noi non abbiamo posti disponibili per fare l’intervento chirurgo deve andare a Cosenza per fare il tutto’.

E ora domani mattina di mattina presto andiamo a Cosenza ci dobbiamo fare 1 ora di macchina per colpa loro con una persona che ha i codice rosso, non l’ hanno nemmeno tenuto sotto controllo all’ospedale, niente di tutto ciò… Appena mi libero da questa responsabilità e di umanità verso coloro che hanno bisogno… che hanno idea.

Domenico Sommella