6esima Festa del Lettore 2020 dei Presidi del Libro

Diritti & Lavoro

L’anno 2020 verrà ricordato per molti anni a venire come l’anno della pandemia. Quest anno ne abbiamo viste delle belle : siamo stati innondati da numeri in costante fluttuazione; da un flusso inarrestabile di dati scientifici che venivano confermati, riveduti, smentiti e talvolta riconfermati; da storie di generosità e solidarietà e da storie di egoismo e grettezza inaudite; da psicosi, paure, timori e teorie del complotto. In questa situazione di apparente caos, forse una delle aree di ricerca che più ha saputo volgere un occhio riflessivo alla pandemia è la pratica artistica. Esiste infatti un numero crescente di artisti che da anni (o più recentemente in risposta alla diffusione di SARS CoV-2) lavora all’intersezione tra arte e scienza, la cui pratica non solo ci può aiutare a comprendere meglio le complessità del virus stesso, ma ci può anche portare a meglio riflettere sul modo in cui il virus ci ha interessato psicologicamente, fisicamente e epistemologicamente. Roberta Buiani, Direttore artistico dell’ArtSci Salon al Fields Institute for Research in Mathematical Sciences, Toronto.

Si svolgerà in due giornate la sedicesima edizione della Festa del Lettore, annuale evento organizzato e proposto dalla associazione nazionale nata in Puglia Presidi del Libro. In quest’anno cosi particolare intitolato L’invenzione del presente per la prima volta anche Manfredonia e’ stata coinvolta nel fitto programma che ogni anno i Presidi del Libro organizzano. Il merito di questa inclusione va alla associazione di promozione sociale Stigmamente, Arte Media e Psichiatria sullo Stigma e la Diversità che e’ inclusa come gruppo di lettura nei Presidi dal 2019. Per essere in linea con lo spirito della Festa del Libro, incentrata sulla presentazione di opere letterarie note e meno note principalmente di autorialita’ locale, e con il periodo storico ad alto tasso di resilienza si sono volute proporre due giornate considerabili complementari nelle giornate di lunedì 28 settembre e sabato 3 ottobre.

Le due giornate sono così tematicamente ripartite: nella giornata di lunedì 28 settembre con inizio alle ore 19 “Fra pandemia e arte“ ci si focalizzerà sulla percezione collettiva della pandemia covid in chiave storica e psicologica con la presentazione del libro Il virus nella Mente un’analisi dei comportamenti reiterati dalle popolazioni nelle grandi epidemie della storia di Antonello Bellomo, professore ordinario di psichiatria della Università degli Studi di Foggia. Di resilienza e poesia parlerà’ Luigi Starace autore della raccolta di versi Gigagembam, Giganti gemme e bambini. Lockdown e pandemia e come le arti visive le abbiano metabolizzate costituiranno il cuore degli interventi in virtuale Arte+COVID19 di Roberta Buiani, direttrice artistica dello ArtSci Salon presso il Fields Institute di Toronto. A seguire sempre in remoto le riflessioni di Wilard Van De Bogart, della Università di Bangkok. Della relazione fra la videoarte e il Postumano parleranno Lino Mocerino e Francesca Giuliani, curatori come collettivo Semiophera del Padiglione di arte digitale In Absentia, parte della Biennale Internazionale di Arte Digitale The Wrong. Infine Stefano Martino aka RASH per le Infestazioni sonore con Soundscapes racconterà la propria esperienza di musicista digitale durante la pandemia.

Si ricorda che le iniziative sono fruibili presso il canale dedicato @presidioManfredonia / https://www.facebook.com/PresidioManfredonia

Moderazione a cura del referente dei Presidi del Libro di Manfredonia Luigi Starace. Gli eventi si svolgeranno presso l’auditorium della Chiesa della SACRA FAMIGLIA, via Canne 40. L’ingresso e’ gratuito con obbligo di mascherina. Evento realizzato in partnership con Collettivo Semiophera, Infestazioni Sonore e Idrate Pensate Edizioni. Si ringrazia la Parrocchia della Sacra Famiglia di Manfredonia per la disponibilità e l’accoglienza.

Qualcosa sui Presidi del Libro www.presidi.org
I Presìdi del Libro nascono nel 2001 come idea di promozione del libro “dal basso” discussa tra diversi editori al Salone del libro di Torino e poi in vari incontri a Milano, Roma. L’Associazione Presìdi del Libro viene costituita all’inizio del 2002 da otto editori pugliesi: Adda, Besa, B. A. Graphis, Cacucci, Dedalo, Editori Laterza, Manni, Progedit. Per analogia, qualche mese dopo è stata riconosciuta l’associazione del Piemonte a cui sono seguite nuove associazioni regionali in Sardegna e Campania. L’Associazione è aperta a insegnanti, studenti, librai, bibliotecari, professionisti, associazioni culturali e a tutti coloro che hanno la passione per la lettura. Molti sono i Presìdi sparsi a macchia di leopardo sul territorio nazionale. Ente socio dell’Associazione è anche la Regione Puglia.