Coronavirus: consigli pratici per viaggiare in sicurezza

Arte, Cultura & Società

La pandemia di coronavirus rende difficile viaggiare anche in Europa. Ecco alcuni consigli pratici dell’UE per fare viaggi in sicurezza

Nella foto, una coppia fa un selfie in viaggio, indossando le mascherine ©DisobeyArt/Adobe Stock   
Alcuni consigli pratici per viaggiare in sicurezza ©DisobeyArt/Adobe Stock

Continua a essere importante, per poter viaggiare, prendere precauzioni e seguire le istruzioni delle autorità nazionali in merito a salute e sicurezza. Per aiutare gli europei a viaggiare in sicurezza, la Commissione europea ha presentato un pacchetto di orientamenti e raccomandazioni.

Scopri gli ultimi aggiornamenti su condizioni di viaggio e misure di sicurezza nell’UE sulla pagina Re-open EU

10 indicazioni per viaggiare in sicurezza ai tempi del coronavirus
  • Se possibile, compra i biglietti e fai il check-in online per evitare assembramenti.
  • Rispetta il distanziamento sociale durante le fasi di deposito e ritiro dei bagagli, controlli di sicurezza e imbarco.
  • È possibile che ci siano meno passeggeri a bordo e che ti venga chiesto di sederti a distanza dai passeggeri che non fanno parte della tua famiglia.
  • In caso di difficoltà nel mantenere le distanze di sicurezza, potrebbe esserti chiesto di indossare una mascherina.
  • Potrebbe essere impossibile acquistare prodotti come cibo e bevande a bordo.
  • Le compagnie di trasporto potrebbero installare barriere protettive, per esempio tra i passeggeri e l’autista. Ti potrebbe essere chiesto di salire a bordo usando la porta posteriore.
  • I conducenti dovrebbero aprire automaticamente le porte ad ogni fermata per evitare che i passeggeri tocchino pulsanti o maniglie.
  • Stazioni, porti e aeroporti dovrebbero garantire pulizie e disinfezioni regolari e fornire prodotti igienizzanti a bordo dei mezzi.
  • Dovrebbe essere garantita una ventilazione adeguata su tutti i mezzi di trasporto.
  • I passeggeri possono scegliere tra rimborso o tragitto alternativo per i viaggi cancellati. Se la compagnia di trasporto offre un voucher, hai comunque diritto a richiedere un rimborso.

Fin da marzo il Parlamento europeo chiede un’azione dell’UE forte e coordinata per superare la crisi nel settore del turismo.

Il 19 giugno il Parlamento ha votato una risoluzione su turismo e trasporti nel 2020, chiedendo più misure a sostegno di piccole e medie imprese e un bilancio dedicato. Gli eurodeputati vedono nella crisi un’opportunità per rendere il turismo dell’UE più sostenibile.

Nella risoluzione approvata il 17 settembre il Parlamento europeo ha chiesto ai paesi membri di armonizzare  i test e le misure sanitarie, per rendere gli spostamenti più semplici.

Scopri che cosa sta facendo l’UE per contrastare il coronavirus

È sicuro soggiornare in albergo?

Gli ospiti di alberghi e altri tipi di alloggi devono rispettare le distanze di sicurezza quando si trovano in aree comuni. Inoltre devono rispettare le misure di prevenzione e controllo dell’infezione, per esempio tossire o starnutire usando un fazzoletto o coprendo bocca e naso con il gomito, lavarsi le mani e usare la mascherina.

Le strutture turistiche dovrebbero fornire agli ospiti informazioni e linee guida chiare prima dell’arrivo e stabilire un piano d’azione nel caso di contagio all’interno della struttura. Inoltre devono garantire pulizie regolari, disinfettare le superfici che vengono toccate di frequente e assicurare un buon sistema di ventilazione. Infine è importante assicurare che lo staff delle strutture turistiche abbia conoscenze di base sulla prevenzione del contagio e sul controllo dell’infezione.

Scopri la nostra cronologia delle azioni dell’UE contro COVID-19

   
La Commissione europea ha proposto indicazioni per viaggiare in sicurezza e coordinare la revoca delle restrizioni nell’UE