Consigliere Lecce,  A Lizzano degrado e incuria 

Ambiente & Turismo

Ancora inascoltate le mie sollecitazioni per la messa in sicurezza della Torre dell’orologio, monumento del centro storico di Lizzano.

Transennata da circa 2 mesi, su mia segnalazione, la torre versa in stato di pericolosità a causa Innanzitutto dell’incuria, poiché le transenne sono alquanto instabili, mentre dalla facciata “piovono” ripetutamente calcinacci.

Uno stato dell’arte degradante se si pensa che siamo di fronte ad un monumento situato in una piazza molto frequentata dai residenti e soprattutto dai bambini.

Si tratta di problemi strutturali importanti dove bisogna intervenire tempestivamente. E’ inaudito attendere il reperimento delle risorse, come mi è stato risposto recentemente dalla Casa Comunale di Lizzano.

Inoltre ho sottoposto all’attenzione dell’Amministrazione, già dallo scorso 7 agosto, la vicenda della vasca delle acque reflue, situata nel nostro comune, sulla strada che porta verso il mare.  Essa versa in condizioni estremamente pericolose. La vasca, vuota, profonda alcuni metri, è’ infatti ormai rimasta priva anche della rete di recinzione e questo stato risulta essere estremamente a rischio per la popolazione, per tanti motivi visto che si tratta anche di una zona di passaggio frequentata ad alta percorrenza.

Il mio appello è rivolto al Sindaco, affinchè provveda celermente a risolvere queste problematiche, prima che le stesse provochino incidenti.

Gianluca Lecce

Consigliere Comune di  Lizzano