Svelato a Leonforte “Fino alla carne viva”

Arte, Cultura & SocietàDiritti & Lavoro

Lo scorso 4 settembre 2020 presso il Giardino delle Ninfe di Leonforte, Antonino Impellizzeri, ha presentato, di fronte un attento pubblico, il pregevole volume “Fino alla carne viva”, sua opera prima per Sikè Euno Edizioni. Il canzoniere composto da 36 liriche strutturate in 8 capitoli, che contengono tante poesie quanto è il numero indicante il capitolo, presenta componimenti dai temi sociali che arrivano dritti all’anima, “fino alla carne viva” appunto.
Dottore in giurisprudenza, Antonino Impellizzeri “vive la vita scrivendola”. Sperimenta poesie in metrica, dime novels e brevi racconti, riscuotendo consensi e riconoscimenti in più parti d’Italia.
Giuseppe Traina, professore di letteratura italiana all’Università di Catania, ha affermato che “Impellizzeri dialoga esplicitamente con la prospettiva tracciata da Khaled Hosseini in libri che sono stati molto apprezzati da quei lettori che intendono la vita come continua e profonda ricerca di senso”.
La pubblicazione edita per La linea Siké di Euno Edizioni utilizza carta realizzata con sottoprodotti di lavorazioni agro-industriali degli agrumi (ciliegie per la copertina) salvati dalla discarica, che sostituiscono fino al 15% la cellulosa proveniente da albero.
La carta utilizzata per Siké è certificata FSC, realizzata con 100% energia verde autoprodotta, senza OGM e contiene il 30% di riciclato post consumo.
L’incontro inserito nel palinsesto delle “letture all’imbrunire” patrocinate dal Comune di Leonforte ha riscosso notevole successo richiamando un folto pubblico che comunque ha rispettato le norme Covid.
L’evento è stato condotto dalla Dirigente scolastica Professoressa Paola Rubino che ha definito l’antologia poetica di Antonino Impellizzeri “raffinata nella forma e nell’eleganza dei disegni” e ha visto alternarsi momenti di musica con la chitarra classica del giovane talentuoso Giuseppe Tricarichi e le letture dei componimenti poetici da parte dell’attrice e docente di letteratura professoressa Elisa Di Dio oltre che dello stesso autore. Durante la serata non sono mancati gli interventi da parte dell’editore Emilio Barbera che ha illustrato il libro e dialogato con l’autore.
“Fino alla carne viva”
percorre vicende della vita che scandiscono e scalfiscono l’anima: viaggi, esperienze, situazioni legate al quotidiano, che si condensano in parole da raccontare, in significati profondi celati dietro metafore e similitudini. Lo scritto ora musicale, ora evocativo si presenta nel duplice significato, descrittivo e morale.
Con la silloge Fino alla carne viva, Antonino Impellizzeri ha incantato i presenti esprimendo una poesia civica, poesia della quale il nostro tempo ha urgente bisogno.

-Antonino ( antonino.impellizzeri@hotmail.com )