Presentazione dei primi risultati del progetto Organic Ecosystem

Cronaca

Zoom meeting

22 settembre – ore 15.00/18.00

25 settembre – ore 10.00/12.00

Il CIHEAM Bari organizza due tavole rotonde per presentare i primi risultati del progetto Organic Ecosystem, Boosting cross border Organic Ecosystem through enhancing agro-food alliances, i prossimi 22 e 25 Settembre sulla piattaforma zoom.

Organic Ecosystem, progetto ENI CBC MED, mira a realizzare un modello di sistema agroalimentare transfrontaliero che contribuisca a sviluppare il settore dell’agricoltura biologica dell’Area mediterranea. In tre anni il progetto si propone di costituire un ecosistema biologico mediterraneo che, attraverso nuove alleanze commerciali, la creazione di filiere del valore innovative e il supporto specializzato fornito alle aziende, migliori la qualità e incrementi la commercializzazione dei prodotti e l’accesso a nuovi mercati.

CIHEAM Bari e Regione Puglia presenteranno i primi risultati delle attività di progetto ottenuti attraverso un’indagine che si è svolta somministrando un questionario sui fabbisogni dei principali attori pugliesi e transfrontalieri. L’indagine condotta porterà alla elaborazione di una strategia per lo sviluppo del settore biologico nel mediterraneo. In particolare, la tavola rotonda del 22 è rivolta agli stakeholder pugliesi del biologico, mentre quella del 25 alle istituzioni pubbliche.

È possibile partecipare agli incontri previa iscrizione ai seguenti link:

22 Settembre, con inizio alle ore 15: https://events.iamb.it/p/oe22

25 Settembre, con inizio alle ore 10: https://events.iamb.it/p/oe25

Partner del progetto: Ministero dell’Agricoltura della Giordania (capofila), Camera di Commercio di Zahlé (Libano), Innopolis – Centro per l’innovazione e la cultura, Leukimmi (Grecia), ASCAME (Associazione delle Camere di Commercio del Mediterraneo – Spagna), Synagri (Sindacato degli Agricoltori della Tunisia), CIHEAM Bari e Regione Puglia. Coinvolti come associati i Ministeri dell’Agricoltura di Libano, Tunisia, Grecia e la Fondazione SEKEM (Egitto).

OrgEco_PropuestaFinal last version_compressed