Premio internazionale Books for Peace al Gen. dei Carabinieri Raffaele Vacca, con origini pugliesi

Diritti & Lavoro

  Al centro il Gen. Raffaele Vaca col premio

Tra i premiati, il Generale di Divisione  (cong)  dei Carabinieri Raffaele Vacca, con origini pugliesi e servizio militare (1968) svolto nel 60° Battaglione Carri della Brigata Pinerolo situato, come noto, nella Caserma Felice Trizio di Altamura. Il padre Giovanni, palesino, cl. 1905, anch’egli Generale dei Carabinieri, prestò servizio a Bari quale Comandante della IX Brigata; nel 1963, il noto poeta dialettale Peppino Franco gli dedicò una poesia.

Collabora con giornali e riviste nonché con il Corpo Militare della Croce Rossa Italiana; sposato, ha due figli. Figura molto stimata, con un ricco curriculum professionale. E’ stato Comandante Provinciale di Viterbo, Catanzaro e Taranto per complessivi otto anni. Da Generale,  Comandante Nazionale del NOE (Tutela dell’Ambiente) e Comandante della Legione Veneto. Il 28 giugno 2010, la sua collocazione nella posizione di ausiliaria.

E’  cultore di studi giuridici, storici e letterari. Decorato con Medaglia d’Oro sia al merito  dell’ Ambiente sia della Sanità Pubblica per il triennio svolto nel settore della tutela dell’ ambiente e della lotta alle ecomafie.

                                  Gen. Raffaele Vacca

La premiazione è avvenuta il 9 settembre scorso durante la IV Edizione Books for Peace presso la Sala Accademica del Conservatorio di S. Cecilia, in via Dei Greci 18, a Roma. La motivazione del riconoscimento al Gen. R. Vacca, secondo la Giuria e i fondatori del premio, prof. Antonio Imeneo direttore Funvic Europa e Alessandro Marchetti presidente Anaspol, è di aver dato un forte contributo alla tutela dell’ambiente.

Books for Peace/libri per la pace, un premio internazionale che veicola uno slogan significativo nel campo della comunicazione e della letteratura internazionale. Maggiore consapevolezza perciò nelle comunità mondiali attraverso la lettura di libri che trattano argomenti tesi al discernimento di analisi tra positività e negatività, tra informazione e disinformazione; tra negazionismo e revisionismo. Tutte trattazioni con lo scopo di valorizzare attraverso i libri la cultura del diverso, delle persone, dello sport, dell’arte, della violenza di genere; il bullismo, le discriminazioni razziali e religiose; il traffico e lo spaccio di droga; la tutela dell’ambiente tra incendi boschivi e riversamento di rifiuti in aree protette e non.

Temi scottanti quindi ripresi quotidianamente dai mass media per sensibilizzare l’opinione pubblica ad un maggior rispetto delle regole comportamentali.

Il premio BOOKS FOR PEACE, nasce da un progetto di un gruppo diassociazioni: FUNVIC (Fundação Universitária Vida Cristã / UNIFUNVIC) – Brasil club Unesco BFUCA-WFUCA  sezione Europa, ANASPOL(Associazione Nazionale Agenti Sottufficiali PolizieLocali), IADPES International Academy Diplomatic Pax et Salus, ilcui Presidente è l’Avv. Antonino Di Renzo Mannino AssociazioneNazionale Giudici di Pace, con lo scopo di valorizzare i libri (attraverso un concorso letterario),Tra i tanti premiati presenti alla cerimonia Paolo Bonolis conduttoretelevisivo; Franco Di Mare giornalista e direttore RAI 3; Amedeo Ricucci  giornalista RAI; Sebastiano Somma attore; l’insigne medico Prof. Giulio Tarro; la prof.ssa Vincenza Palmieri,  presidente dell’INPEF Istituto Nazionale di Pedagogia Familiare ed autrice del libro “La Filiera Psichiatrica in Italia”; l’ing. poeta e scrittore Francesco Terrone autore del libro “L’Urlo dell’innocenza”, Fabrizio Borni attore, regista, fotografo e produttore; il prof. Pasquale Lettieri critico d’arte; e molti altri ancora.