Conte: “Voto sì, non compromette la funzionalità delle Camere”

Diritti & Lavoro

“Sono venuto qui questa mattina perché i radar del governo sulla scuola non si spengono dopo i primi giorni”, dice Conte lasciando l’istituto comprensivo di torre Angela, periferia difficile di Roma, dove è arrivato stamattina per un blitz a sorpresa. Sulla scuola “questo governo non ha mai nascosto le criticità, criticità che ci sono” ma che “accompagnano ogni inizio anno scolastico, anche se questo sì, è un anno particolare”.

Capitolo Mes: “Mi sono già espresso. Un buon padre di famiglia ha un quadro finanziario da tenere presente e, sulla base delle necessità, valuta se andare o meno in banca. In questo momento siamo concentrati sul Recovery Fund. Se il quadro di finanza pubblica rendesse necessario un supplemento di risorse, lo valuteremo insieme al Parlamento e ci confronteremo”.

“Certamente modificheremo i decreti sicurezza, ci abbiamo già lavorato, è nel programma di governo, lo faremo prima possibile…”, aggiunge.