C’è tempo fino al 30 settembre per partecipare al Premio di Poesia “L’arte in versi”

Cultura & Società

È fissato al prossimo 30 settembre il termine di scadenza per prendere parte alla nona edizione del noto Premio Letterario Nazionale “L’arte in versi”, ideato e presieduto dal poeta e critico letterario jesino Lorenzo Spurio. Il concorso, oltre alle canoniche sezioni di partecipazione della poesia in italiano, poesia in dialetto, poesia in lingua straniera, libro edito di poesia, haiku, videopoesia e critica poetica, quest’anno ha introdotto ulteriori tre sezioni, ovvero la poesia religiosa, la prosa poetica e il libro edito di saggistica sulla poesia. A causa dell’emergenza relativa al Coronavirus la data di scadenza canonica, fissata al 15 maggio, è stata posticipata al 30 settembre per facilitare e permettere quanti desiderano prendere parte all’iniziativa.

Il Premio, alla cui presidenza di Giuria figura per il terzo anno consecutivo la poetessa Michela Zanarella, è organizzato dall’Associazione Culturale Euterpe di Jesi e vanta di importanti partnership e collaborazioni esterne con enti culturali diffusi in varie regioni italiane: le Associazione Culturali “Le Ragunanze” di Roma, “L’Oceano nell’anima” di Bari, “ASAS” di Messina, “Arte per Amore” di Seravezza (Lucca), “Africa Solidarietà Onlus” di Arcore (Monza), “Il Faro” di Cologna Spiaggia (Teramo), “Poesia e Solidarietà” di Trieste alle quali si aggiungono quest’anno il Centro Culturale “Sara Valesio” di Bologna, il Centro di Poesia Contemporanea dell’Università “Alma Mater” di Bologna, AlmanHaiku e Wiki-Poesia.

Tra le caratteristiche principali del Premio vi è la volontà di riconoscere – con ulteriori premi fuori concorso – il merito di poeti a livello nazionale con l’attribuzione di Premi alla Carriera Poetica. Precedenti attribuzioni di questo tipo hanno visto, negli anni, il conferimento al poeta Dante Maffia, alle poetesse Anna Santoliquido di Bari, Donatella Bisutti di Milano, Marcia Theophilo del Brasile, solo per citare i più recenti.

Inoltre vengono annualmente conferiti Premi alla Memoria a insigni poeti della nostra letteratura nazionale, scomparsi da tempo ma che hanno lasciato un segno distintivo e una traccia nella storia della letteratura italiana che l’Organizzazione intende evidenziare alla comunità letteraria, riconoscerne il merito, permetterne una diffusione e conoscenza maggiore. L’anno scorso i Premi alla Memoria sono stati conferiti a Salvatore Toma di Maglie (Lecce), Silvio Bellezza di Lanzo Torinese (Torino) e Maria Ermegilda Fuxa di Alia (Palermo) alla presenza di autorità di enti locali di appartenenza di alcuni dei premiati alla memoria.

Il Premio letterario “L’arte in versi”, che ha visto quale sede di premiazione delle prime tre edizioni il capoluogo fiorentino, dal 2015 ha sede fissa nella città federiciana di Jesi, in provincia di Ancona, e vede la cerimonia di premiazione al Palazzo dei Convegni di Jesi. Il posticipo della data di partecipazione dovuta all’emergenza virus non consentirà di tenere la serata di premiazione a novembre di quest’anno e si terrà, qualora la situazione sociale lo permetterà, nella primavera del 2021.

A sostenere il prestigioso premio letterario sono le amministrazioni degli enti locali: la Regione Marche, il Consiglio Regionale della Regione Marche, la Provincia di Ancona e i Comuni di Jesi, Ancona e Senigallia.

 

Per poter consultare o scaricare il bando di partecipazione cliccare qui.

Eventuali richieste di informazioni vanno inoltrate a: premiodipoesialarteinversi@gmail.com