Il governatore del Friuli Venezia Giulia in Puglia per Nuccio Altieri è ora di cambiare

Elezioni 2020

Per il governatore del Friuli Venezia Giulia e per il designato vicepresidente della Regione Puglia Nuccio Altieri è ora di cambiare.

BARI  – Il governatore della Regione Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga ha presentato alla stampa, in Piazza Alberto Sordi a Bari, il programma di buon governo della Lega insieme al designato vicepresidente della Regione Puglia Nuccio Altieri e all’on. Rossano Sasso.

“La Lega governa ormai la quasi totalità delle regioni italiane – ha commentato l’on. Altieri dando il benvenuto al Presidente Fedriga a capo della regione Friuli Venezia Giulia già da 2 anni e mezzo – ed è finalmente arrivata l’ora di portare le buone pratiche anche in Puglia”.

“Il nostro è un progetto di rinnovamento – ha proseguito Altieri – contro le logiche clientelari portate avanti fino ad oggi da Emiliano. La stabilizzazione dei contratti nelle ASL a 4 giorni dal voto insieme a tante altre squallide iniziative elettorali sono assolutamente inaccettabili e rappresentano un insulto per i pugliesi. Snellimento della burocrazia, lotta alla disoccupazione, incentivi ai servizi per le imprese, tutela delle fasce più deboli e valorizzazione dell’ambiente in chiave turistica. Sono queste le nostre priorità. La Puglia non può più aspettare. Questa è l’occasione giusta per cambiare, è ora!”.

Entusiasmo e determinazione hanno segnato le parole del governatore Fedriga che ha apprezzato l’accoglienza pugliese.

“Lunedì si sentirà in Puglia e nelle altre regioni dove si vota un forte vento di cambiamento – ha dichiarato Fedriga – che non potrà non essere avvertito anche a Roma. La Lega è una grande squadra fortemente motivata dall’obiettivo di mettere in rete il modello di efficienza amministrativa e di sostegno alle imprese e alle famiglie, ormai consolidato sul territorio nazionale. In due anni di amministrazione in Friuli Venezia Giulia abbiamo incentivato le assunzioni stanziando, ad esempio, contributi da 7 a 12 mila euro per lavoratore, come anche intervenendo sull’IRAP per le aziende che investono in territori difficili o per i nuovi insediamenti. Il tema azienda passa anche attraverso la professionalizzazione dei lavoratori offrendo alle imprese corsi di formazione ad hoc”.

Il presidente Fedriga ha poi chiosato sulla sanità illustrando la riforma del sistema con la suddivisione degli ospedali in “hub” e “spoke ” rispettivamente dedicati all’emergenza e agli interventi specializzati per evitare la migrazione sanitaria.

“La protezione sociale e la tutela delle famiglie rappresentano un altro tema a cui abbiamo dedicato misure ad hoc – ha spiegato Fedriga – con l’intervento sugli asili nido, gratis dal secondo figlio, l’innalzamento del limite Isee fino a 50mila euro, come anche il trasporto pubblico, urbano ed extra-urbano scontato del 50% per gli studenti. E poi razionalizzare, semplificare, in una sola parola: sburocratizzare. Il rilancio della competitività, dei consumi e dell’occupazione sono le vere sfide insieme a protezione sociale e sanità. Tutto questo si può fare. La regione che ho l’onore di governare ne è viva testimonianza ed è un modello assolutamente replicabile anche qui, mi sento di dire, per il bene della Puglia e dei Pugliesi, è ora”.